Jean-Pierre Pernot: “Mi sono ritrovato con un semplice cancro ai polmoni”

mi è stato detto per anni smettere di fumare, smettere di fumare. Ho fumato molto. E poi, ho scoperto una piccola malattia che capita alle persone che fumano. Mi sono ritrovato un po’ di cancro ai polmoni. Questa è la prima volta che ne parlo”, ha detto Jean-Pierre Bernaut davanti alla telecamera, in “Life After”, un lungometraggio documentario che abbiamo visto prima che andasse in onda giovedì 9 dicembre su C8. 21:15 segue la persona che si è sottoposta Già per intervento di cancro alla prostata nel 2018: “Quando ho detto che avevo il cancro alla prostata, la gente mi diceva: oh anche tu E quando ho detto che avevo il cancro ai polmoni: Oh merda. »

Al suo fianco la moglie, Natalie Markway Burnout: “Combatte, è un combattente. Non ha scelta con me! L’ex presentatore di 13 Ore di TF1 ha appreso la brutta notizia in primavera. Ad aprile ha subito il suo primo CT ecografia perché aveva “bronchite infiammatoria che non fa Il verdetto arriva nei giorni seguenti dopo una serie di esami: Tumore al polmone destro. Il primo consiglio è severo: è impossibile eseguire l’operazione. Il secondo, all’ospedale europeo Georges Pompidou “, è più ottimista. Quindi l’intervento è previsto per il 5 luglio, con discrezione. Per coprire le cose e non “essere disturbata dai paparazzi”, l’ex Miss Francia posta le foto mentre è in vacanza sui social network.

Cinquant’anni di fumo

L’unica condizione prima dell’operazione è smettere di fumare, che fuma da circa cinquant’anni. “Il giorno in cui ho smesso, non me ne sono nemmeno accorto”, dice. Non fumo una sigaretta dal 5 luglio. Non ho messo una patch. Non mi manca il tabacco. Avrei dovuto fermarmi più a lungo. È una questione di volontà. Avevo paura di respirare a fatica, di tossire e di ingrassare. Beh, ho preso tre chili in tre mesi. Prometto che andrò in palestra. “

READ  Sharon Stone oscilla a Meryl Streep: "Ci sono attrici altrettanto talentuose"

Il giorno dell’operazione, il JPP ha affermato di essere “un po’ spaventato” prima di trascorrere cinque ore in sala operatoria. “Allarghiamo le costole, apriamo i polmoni, prendiamo il lobo dove si trova il tumore, analizziamo se è andato oltre, se ci sono metastasi…” si riferisce a C8. Si è svegliato dopo tre giorni “alla brace”, in terapia intensiva. Ma il tumore è scomparso a destra.

Combina travaglio e radioterapia

Solo che ad agosto è stata la volta del polmone sinistro. I medici rilevano un tumore “più grande, 3,5 cm”. Un’altra operazione non è possibile. “Sarebbe troppo pesante per la mia salute”, dice l’emittente di 71 anni. Da diverse settimane si sottopone a radioterapia, continuando le sue attività, in particolare il suo programma settimanale “Jean-Pierre & vous” su LCI. “Vedremo i risultati nel 2022”, sorride. Non mancherò una vacanza, come quest’estate. Lì, trascorrerò le feste di famiglia al sole. E se non funziona, faremo altre cose. Devi vedere la vita dal lato positivo. “

In TF 1, erano un po’ informati. “Nuovo cancro? Davvero?”, lamentando un ex collaboratore di JT, eravamo stati intervistati tre giorni prima. “Sapevo che c’era qualcosa di nuovo, ma non ne stava davvero parlando”, dice un personaggio in onda.

In un video pubblicato su Twitter lunedì sera, Bernaut, parlando dopo le fughe di notizie sulla stampa, ci ha assicurato che “non dovresti aver paura del cancro”. Sua moglie, che anni prima aveva combattuto contro il cancro, era sul set di “Touche pas à mon poste” lunedì sera. Perché stai partecipando a un documentario? Lei risponde: “Per inveire”. A causa del covid, non osiamo più andare in ospedale per accertamenti. Dannazione, vai a fare qualche test. Il cancro non dovrebbe essere un tabù. “

READ  'Ritorno a casa' per Dior in Grecia per la crociera 2022

You May Also Like

About the Author: Jemma Romani

"Creatore. Piantagrane. Lettore. Nerd televisivo. Sostenitore orgoglioso della birra. Impossibile scrivere con i guantoni da boxe. Introverso. Praticante zombi certificato. Pensatore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *