Joaquín Sabina spera di tornare ‘presto’ sul palco

Joaquin Sabina, vincitore mercoledì del Latin Grammy Award for Musical Excellence, ha confermato a Efe che spera di tornare “presto” sul palco dopo quasi due anni di assenza dai concerti a causa della pandemia e dei suoi incidenti fisici.

Sabina è stata una degli artisti insigniti di questo premio onorario conferito dall’Academy of Latin Recording ogni anno in occasione della Latin Grammy Week, il cui concerto si terrà giovedì a Las Vegas (USA).

Sul tappeto rosso prima dell’evento, Sabina ha insistito sul fatto che intendeva aspettare che la pandemia fosse meglio controllata per tornare agli spettacoli dal vivo.

“Ho un piano da registrare. Ho un piano per tornare (ai concerti) quando le persone non indossano maschere e può esserci un dialogo più vivace con il pubblico”, ha spiegato.

Alla domanda successiva se i suoi follower avrebbero dovuto aspettare ancora un po’ per rivederlo, Sabina ha annuito ma ha sottolineato che sperava di tornare “presto” alla festa.

Sabina ha tenuto il suo ultimo concerto finora il 12 febbraio 2020 – il suo compleanno – quando il suo concerto con Juan Manuel Serrat a Madrid è stato sospeso a causa di una caduta dal palcoscenico musicale andaluso.

All’inizio sembrava un incidente senza gravi conseguenze, ma giorni dopo Sabina ha dovuto sottoporsi a un intervento chirurgico per rimuovere un ematoma intracranico.

D’altra parte, il suo “piano per registrare” nuova musica conferma quanto Leiva, produttore dell’album di Sabina “I Deny Everything” (2017), aveva detto a Efe già nel novembre 2020.

“Lui (Sabina) mi ha chiesto se volevo fare un altro album insieme. La mia risposta è stata sì, ma dobbiamo vedere le canzoni che abbiamo ed essere responsabili per superare ciò che abbiamo già fatto”, ha detto Leva all’epoca.

READ  Carlos Trejo conferma che Belinda ha accettato di recitare nel nuovo 'Cañitas' | video

In altre parole, Sabina è stata molto orgogliosa e felice oggi di ricevere questo Latin Grammy Award onorario e ha detto che è stato “un piacere” farlo “in una città così pazza” come Las Vegas.

“Qui si incontrano amici e colleghi, e soprattutto si incontra la musica”, ha detto.

Ha anche descritto come il “miracolo” e la “meraviglia” che “la musica latina colonizza i coloni”.

Sabina ha ricevuto questo onore insieme ad altre grandi personalità come Vito Baez, Martinho da Villa, Emmanuel, Sheila E, Pete Escovedo, Millie Quesada e Gilberto Santa Rosa.

Lo spagnolo è stato “particolarmente” felice di vincere questo premio nello stesso momento in cui Páez, con il quale ha avuto un famoso velocista alla fine degli anni ’90, è ormai un ricordo del passato.

“Non lo vedevo da molto tempo – ha detto Sabina -. L’ho incontrato in aereo da Miami ed è stata una grande gioia”.

You May Also Like

About the Author: Luigia Di Traglia

"Studente devoto. Nerd certificato di Internet. Fan dei social media. Esperto di cultura pop. Studioso di bacon impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *