Joe Biden sta affrontando un pubblico globale più scettico nel suo primo G-20 da presidente

Questo fine settimana segna il primo vertice del G20 di persona dall’inizio della pandemia di coronavirus e i leader mondiali dovrebbero discutere della pandemia di COVID-19, dei problemi della catena di approvvigionamento globale, dell’aliquota fiscale minima globale, dell’aumento dei prezzi dell’energia e della lotta alla crisi climatica . , tra gli altri argomenti. Un alto funzionario dell’amministrazione ha affermato che il presidente solleverà le questioni relative all’approvvigionamento energetico e darà il suo sostegno alla tassa minima globale durante la prima sessione del G20 di sabato a Roma. Questi due temi sono tra i punti principali dell’agenda di Biden alla World’s Largest Economies Conference.

“Il tema principale in cui ci stiamo addentrando (sabato) è che gli Stati Uniti sono fermamente impegnati nei confronti dei nostri alleati e partner e nella diplomazia faccia a faccia ai massimi livelli”, ha affermato il funzionario. “E al G-20, gli Stati Uniti e gli alleati e i partner qui, siamo rivitalizzati, siamo uniti”.

Il tema della prima sessione è l’economia globale e la pandemia, e il suo obiettivo principale sarà quello di concordare una tassa minima globale, una priorità chiave per Biden e che secondo la Casa Bianca porrà fine alla corsa globale al ribasso per le aziende. aliquote fiscali.

La misura concordata imposterebbe le grandi multinazionali con un’aliquota di almeno il 15% e imporrebbe loro di pagare le tasse nei paesi in cui operano. L’amministrazione Biden ha dato nuova vita all’iniziativa globale all’inizio di quest’anno e si è assicurata il sostegno delle nazioni del G7 a giugno, aprendo la strada a un accordo iniziale a luglio.

“Secondo noi, questo è più di un semplice accordo fiscale. È un rimodellamento delle regole dell’economia globale”, ha detto il funzionario.

I lati di Biden Quadro di spesa svelato di recente Attuerà parte di un regime fiscale minimo globale, anche se il destino della misura rimane incerto mentre i democratici contrattano sui tempi. I funzionari dell’amministrazione Biden hanno minimizzato l’effetto che le lotte intestine tra i Democratici hanno avuto sulla capacità di Biden di mobilitare i leader stranieri.

“Questi leader mondiali sono davvero sofisticati”, ha detto l’alto funzionario dell’amministrazione, “capiscono. C’è un processo complesso in ogni democrazia per fare qualcosa di così ambizioso come seguiamo nella nostra agenda interna”. “Si tratta di investimenti multigenerazionali e, naturalmente, stiamo cercando di riformare il codice fiscale per pagarli. E quindi, sai, penso che ci sarà un’ampia comprensione che richiederà tempo”.

READ  Nella prima intervista dal carcere, Navalny, ottimista, parla della vita in carcere

Biden intende anche “aumentare lo squilibrio a breve termine tra domanda e offerta nei mercati energetici globali” durante la prima sessione del G-20, e il funzionario ha dichiarato: “Vorremmo sollevare la questione e sottolineare l’importanza di trovare più equilibrio e stabilità nei mercati del petrolio e del gas”.

Tuttavia, il funzionario ha affermato che Biden non interferirà direttamente nelle decisioni dell’OPEC sull’aumento delle forniture: “Non saremo certo coinvolti nei dettagli di ciò che accade all’interno dell’organizzazione, ma abbiamo una voce e intendiamo usarla su una questione che colpisce l’economia globale”.

“Ci sono grandi produttori di energia che hanno capacità inutilizzate”, ha detto il funzionario. “E li incoraggiamo a usarlo per garantire una ripresa più forte e sostenibile in tutto il mondo”.

Anche l’Iran sarà nell’agenda degli Stati Uniti e dei suoi principali alleati.

Sabato, Biden incontrerà il primo ministro britannico Boris Johnson, il presidente francese Emmanuel Macron e il cancelliere tedesco Angela Merkel per discutere un percorso verso il ritorno al Piano d’azione congiunto globale (JCPOA), che mira a frenare il programma nucleare iraniano. Al fine di allentare le sanzioni, ha detto la Casa Bianca. L’ex presidente Donald Trump ha ritirato gli Stati Uniti dall’accordo JCPOA nel 2018 e Biden ha affermato che gli Stati Uniti vi avrebbero aderito una volta che Teheran fosse tornata alla piena conformità con le restrizioni dell’accordo sullo sviluppo nucleare.

Il presidente dovrebbe tenere ulteriori incontri bilaterali con i leader mondiali mentre si trova a Roma, anche se la Casa Bianca deve ancora fare annunci fermi. Ci sarà anche una tradizionale “foto di famiglia” dei leader, che sarà una delle occasioni più fotografate per incontrarsi durante il summit.

READ  Un ponte della metropolitana di Città del Messico è crollato, uccidendo 20 persone e ferendone a dozzine

Le interazioni del presidente con i leader mondiali saranno seguite da vicino per tutto il fine settimana, soprattutto mentre cerca di alleggerire la polvere diplomatica con uno dei più antichi alleati degli Stati Uniti, la Francia.

Il mese scorso Stati Uniti, Regno Unito e Australia hanno annunciato una nuova partnership che includeva la fornitura di assistenza per aiutare l’Australia a sviluppare sottomarini a propulsione nucleare. La Francia afferma che l’accordo è stato fatto segretamente a sua insaputa e ha messo a repentaglio un contratto esistente del valore di miliardi di dollari per fornire all’Australia sottomarini diesel. In un sorprendente rimprovero all’annuncio, Macron ha brevemente convocato l’ambasciatore francese negli Stati Uniti.

Venerdì a Roma, Biden ha affermato che la sua amministrazione è stata “goffa” nella gestione dell’accordo che ha privato la Francia di miliardi di dollari in contratti per la difesa quando ha incontrato il presidente francese Emmanuel Macron, che sembrava disposto a superare la discussione ma ha chiarito che gli Stati Uniti avrebbero dovuto farlo. dimostrarsi affidabile in futuro.

L’incontro è stata la prima volta che i due leader si sono visti faccia a faccia dopo il litigio. Biden ha detto di aver avuto l’impressione che alla Francia fosse stato detto “molto prima che l’accordo non fosse onesto con Dio”.

Oltre a incontrare Macron il primo giorno del suo viaggio, Biden e la first lady hanno incontrato Papa Francesco in Vaticano.

Biden, che è cattolico, e il Papa si sono incontrati faccia a faccia per 90 minuti. Il presidente ha poi affermato che Francesco gli ha detto di essere contento di essere un “buon cattolico” e che dovrebbe continuare a ricevere la Comunione, nonostante l’opposizione di alcuni vescovi conservatori americani per il suo sostegno all’aborto.

You May Also Like

About the Author: Michele Monaldo

"Studente devoto. Nerd certificato di Internet. Fan dei social media. Esperto di cultura pop. Studioso di bacon impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *