La città di Sicilia manda un presagio di un futuro più caldo

Florida, Sicilia – Prima di questa settimana, la cittadina di Floridia in Sicilia aveva alcune pretese di fama. La seconda moglie del re di Borbone fu la duchessa della città. Le lumache, che sono una prelibatezza locale, vengono allevate qui. I campi che la circondano hanno vinto nel 2000 il premio per la città più verde d’Italia. Il suo sindaco è tra le più piccole città italiane.

Ma ora Floridia è nota per qualcos’altro, qualcosa di più serio. Forse la città più calda nella storia documentata d’Europa, offre all’Italia e all’intero Mediterraneo un’anteprima di un’ondata di caldo soffocante. Un futuro inabitabile andare a prenderlo Il clima mutevole del globo.

“La Florida è ora il centro del mondo quando si tratta di clima”, ha detto il sindaco Marco Cariani, 24 anni, mentre si rinfrescava nella piazza centrale della città giovedì, un giorno dopo che una stazione di monitoraggio vicina ha registrato una temperatura di 119,84 gradi Fahrenheit. , o circa 49 gradi Celsius. Abbiamo sconfitto Atena.

Venerdì pomeriggio la temperatura è scesa a 96 gradi. Ma giorni fa, un caldo senza precedenti ha reso la Florida una città fantasma incredibilmente luminosa, con i suoi bar deserti, le sue chiese barocche color sabbia scure e le sue piazze vuote.

Nei campi vicini bruciavano le lumache della regione, famose per le loro conchiglie. Il sole cocente segnava il verde limone di macchie gialle e ne cuoceva la carne all’interno. Tutti sono rintanati nelle loro case. I condizionatori che hanno fatto saltare hanno causato un’interruzione di corrente. L’insegna digitale fuori dalla farmacia locale mostrava una temperatura non ufficiale di 51 gradi Celsius, o circa 124 Fahrenheit.

La soffocante ondata di caldo ha a malapena limitato la sua portata a Floridia, satellite dell’antica città di Siracusa. Per settimane ha travolto l’Italia e la regione. Il mercoledì è stato solo il culmine, le temperature implacabili sono state l’ultimo evento in un’estate di epidemie scatenate dal caldo.

Incendi e venti imprevisti hanno bruciato foreste nella regione meridionale della Calabria, praterie in tutta la Sicilia e foreste in Sardegna. I funzionari hanno evacuato i residenti di una piccola città vicino a Roma dopo lo scoppio di un enorme incendio. La Grecia sta ancora bruciando Uno dei peggiori incendi degli ultimi decenni. Gran parte dell’Europa guarda al cielo con trepidazione, chiedendosi se i venti e il tempo porteranno caldo, freddo o inondazioni più soffocanti.

READ  Quando Covid ha colpito, la Cina era pronta a raccontare la sua versione della storia

Ma per ora, la Florida, sebbene precaria, è appollaiata sul clima estremo dell’Europa.

Camminando tra limoneti e aranceti, ha detto il 27enne Francesco Romano, vicino all’area in cui le macchine hanno registrato una temperatura impressionante, che è ancora lì per essere controllata dai funzionari internazionali. Non aveva bisogno di controllare e stava pensando di coltivare avocado e altri frutti esotici invece degli agrumi per resistere meglio al caldo. Taglia un limone aperto. Le pareti dei carpelli sono crollate e si sono trasformate in una pasta di poltiglia.

“Guarda, è marcio”, disse. “Questo è mercoledì.”

I lavoratori dei campi sistemavano le loro scale di legno sugli alberi di limoni, raccoglievano i limoni buoni in cesti gialli e buttavano via quelli cattivi.

Mario Pinato, 44 ​​anni, ha dichiarato: “È orribile per tutti, per gli operai e per le fabbriche. I danni sono tremendi. Non stiamo parlando di un giorno o di pochi giorni, stiamo parlando di mesi di caldo e di vento caldo”.

Nelle vicinanze, Josie Pappalardo, 49 anni, stava camminando su un campo pieno di gusci di lumaca, raccogliendo cavità e il sole.

“Guarda, quello è cotto dentro”, disse lei, mentre gli aranci cinguettavano nel fuoco e si ergevano neri attraverso il ruscello secco dietro di loro. “Un bel giorno puoi sopravvivere. Ma il problema era che non c’era un giorno di riposo.”

La mancanza di forti piogge dopo la primavera, ha detto, e le temperature più elevate che promettevano un’estate bollente, l’hanno convinta a ridurre significativamente il numero di lumache che alleva in questa stagione. Ha detto che questo l’ha salvata da una terribile perdita finanziaria, poiché molte delle persone che aveva cresciuto sono morte in un tunnel della rete.

READ  La Russia vieta i media che hanno pubblicato le pale di Vladimir Putin | Russia

Il caldo intenso ha sostanzialmente fermato le lumache sulle loro tracce, i loro piedi bruciavano a terra. “Si fermano e muoiono”, ha detto. Altri cercarono ombra sotto le tegole di terracotta che avevo messo nella serra, ma morirono anche loro. Sospettavo che quelli che riuscivano a scavare sotto terra, dove spesso costruivano un muro per mantenerli umidi, sopravvivevano. “È stato bruciato sottoterra”, ha detto.

Sua nipote Viviana Pappalardo, 23 anni, che lavorava anche lei nell’azienda agricola dove coltivavano anche arance e uva, si è detta preoccupata per il futuro.

“La gente non capisce che il danno è ovunque”, ha detto, sperando che le temperature estreme nella sua città e il fatto che “le persone possano sentirlo sulla pelle” siano serviti da campanello d’allarme.

“Tutti quelli che lavorano in questo settore, in agricoltura, lo capiamo”, ha detto. “E noi siamo la base di tutto. Quando si ha una visione ampia, l’Europa sta morendo”.

Ma questo senso di urgenza sembra svanire con il caldo. Giovedì sera, i giovani floridiani erano tornati al pub locale, in fondo alla strada di uno dei migliori ristoranti di lumache della Sicilia, sorseggiando una birra. Hanno corso con le loro moto su e giù per la strada e hanno festeggiato il Natale. Il caldo debilitante del giorno prima sembrava un’altra cosa di cui parlare.

Tuttavia, alcuni sembravano davvero terrorizzati.

“Abbiamo sofferto”, ha detto Christian Perocchio, 25 anni, che ha smesso di uscire con i suoi amici per raccontare come è svenuto mercoledì mattina mentre fumava una sigaretta fuori. Ha rinunciato ai piani per andare in palestra ed è rimasto a casa con sua madre e suo nonno, che gli avevano parlato di come erano state le piogge autunnali mesi prima. E tra le 22:00 e le 4:00, ha detto, l’elettricità è andata via. “Mi sentivo male”, ha detto.

READ  Ministro degli Esteri marocchino: Israele deve essere uno stakeholder e non un outsider in Medio Oriente

Il giovane sindaco ha allestito il tribunale e ha setacciato i vecchi residenti che, come fanno quasi tutte le sere, si sono vestiti con i loro abiti e gioielli migliori e si sono radunati nella piazza principale su panchine di metallo poche ore prima di bruciare come griglie al sole di mezzogiorno. Alcuni di loro non riuscivano ancora a capire quanto fosse caldo.

“Non ho mai visto un caldo così prima d’ora”, ha detto Nino Bachetta, 70 anni, che si nascondeva nella sua casa dove mercoledì si sono spenti tre condizionatori d’aria. Chiuse le finestre, tirò le persiane e chiuse le persiane, per paura che il calore rompesse i vetri. “Era come il letargo.”

Ma verso le 21, con il caldo ancora in corso in città, sua moglie voleva vedere le sue amiche.

“Sono stanca di essere chiusa dentro”, ha detto sua moglie, Angela Canarella, 66 anni, seduta accanto a lui in un abito a righe bianche e nere.

Arrivarono in piazza per un appuntamento fisso in quello che il signor Basita chiamava “il salone degli anziani”.

“Sembrava una buona idea”, ha detto. “Non lo era.”

Dopo qualche minuto, hanno sudato e hanno deciso di salire in macchina e pompare il condizionatore.

Un altro gruppo di amici sedeva scherzando sul fatto che la città fosse più parte del Nord Africa che dell’Europa meridionale.

Alessandro Genovese, il parroco della cattedrale barocca della città del XVIII secolo, indossava il colletto sacerdotale aperto per il caldo. Ha detto di voler approfittare di tutto l’interesse nella sua città, con la concessione della televisione italiana e dei media mondiali, per “fare un appello” agli Stati Uniti e ad altri importanti contributori al cambiamento climatico per proteggere la Terra, che ha chiamato la prima di Dio . Omaggio.

“Stiamo distruggendo la Florida”, ha detto.

You May Also Like

About the Author: Michele Monaldo

"Studente devoto. Nerd certificato di Internet. Fan dei social media. Esperto di cultura pop. Studioso di bacon impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *