La costa orientale australiana combatte l’aumento dei casi di coronavirus

MELBOURNE (Reuters) – Gli stati australiani della costa orientale del Nuovo Galles del Sud e del Queensland hanno affrontato una battaglia crescente contro la versione delta di COVID-19 domenica, poiché milioni di persone erano sotto stretto isolamento e le autorità hanno sollecitato ulteriori test e vaccinazioni per frenare l’epidemia.

Sydney e le aree circostanti, già con un ordine di soggiorno a casa di cinque settimane, hanno segnalato 239 nuovi casi acquisiti localmente del ceppo delta altamente contagioso, corrispondenti al record giornaliero dell’attuale focolaio riportato giovedì.

I 5 milioni di abitanti della città e coloro che vivono nei centri regionali vicini che si estendono entro 200 chilometri (120 miglia) dalla costa rimarranno al chiuso almeno fino al 28 agosto. Il numero totale di casi dell’epidemia, iniziata a metà giugno, è stato di 3.427.

“Penso che la cosa importante da sapere sia che non esiste una tabella di marcia per la variabile delta”, ha affermato il Premier del New South Wales Gladys Berejiklian.

Un uccello solitario passa attraverso la tranquilla stazione ferroviaria di Circular Quay durante un blocco per frenare la diffusione della malattia da coronavirus (COVID-19) a Sydney, in Australia, 28 luglio 2021. REUTERS/Lauren Elliott/File Photo

“La nostra sfida è vaccinare il maggior numero possibile di persone ad agosto, quindi entro la scadenza del 28 agosto abbiamo opzioni su come allentare le restrizioni”.

La campagna di vaccinazione in Australia è stata lenta, con solo il 18% degli adulti completamente vaccinati finora. Brad Hazzard, ministro della Sanità del NSW, ha affermato che il 70% dell’intera popolazione dello stato potrebbe essere vaccinato in circa quattro mesi.

Nel vicino Queensland, ci sono stati nove nuovi casi acquisiti localmente di COVID-19, il più grande aumento giornaliero in quasi un anno. Sabato, oltre 3 milioni di residenti sono stati chiusi improvvisamente per tre giorni.

READ  Un ponte della metropolitana di Città del Messico è crollato, uccidendo 20 persone e ferendone a dozzine

“È essenziale (test) per chiunque abbia sintomi di sorta, non importa dove ti trovi, perché non so dove sia questo virus al momento”, ha affermato Janet Young, chief health officer del Queensland.

L’Australia ha ampiamente tenuto sotto controllo la pandemia con poco più di 34.000 casi e 924 decessi. ma il campagna di vaccinazione lenta Ciò significa che potrebbero passare mesi prima che i confini del paese riaprano.

(Segnalazione di Lydia Kelly) Montaggio di Edmund Kelman

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

You May Also Like

About the Author: Michele Monaldo

"Studente devoto. Nerd certificato di Internet. Fan dei social media. Esperto di cultura pop. Studioso di bacon impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *