La Melbourne australiana esce dal blocco COVID-19 ma rimangono alcune restrizioni

Melbourne, la seconda città più grande dell’Australia, uscirà da un rigoroso blocco COVID-19 come previsto giovedì sera, hanno affermato le autorità dello stato di Victoria, anche se alcune restrizioni ai viaggi e alla raccolta rimarranno probabilmente per un’altra settimana.

Dopo due settimane di rigoroso blocco che ha costretto le persone a rimanere in casa ad eccezione delle attività essenziali, i cinque milioni di residenti di Melbourne avranno più libertà di uscire dalle 23:59 ora locale (1359 GMT) di giovedì.

Tuttavia, i funzionari hanno affermato che le persone dovrebbero rimanere a 25 chilometri (15 miglia) dalle loro case, nel tentativo di interrompere le trasmissioni nel prossimo lungo weekend. Ci sarà anche il divieto assoluto di assembramenti in casa e le mascherine saranno obbligatorie al chiuso.

“Questa è una buona giornata”, ha detto mercoledì ai giornalisti a Melbourne il premier ad interim del Victoria James Merlino.

“Ma sappiamo che questo non è ancora finito e fino a quando non verrà effettuata una vaccinazione diffusa in Victoria e nel paese, il virus sarà ancora con noi”.

Merlino ha affermato che un ulteriore allentamento delle restrizioni di Melbourne potrebbe avvenire entro una settimana, salvo aumento dei casi.

Una donna passa davanti a un cartello “Be Safe Melbourne” in una strada del centro per lo più vuota il primo giorno di un blocco di sette giorni mentre lo stato di Victoria cerca di frenare la diffusione della malattia del coronavirus (COVID-19), a Melbourne, Australia, 28 maggio 2021. Reuters / Sandra Sanders / File Photo

L’Australia ha effettivamente arginato il COVID-19, con poco più di 30.200 casi e 910 decessi registrati, a causa di regolamenti accelerati, chiusure improvvise e rigide regole di distanziamento sociale.

READ  Migliaia di immigrati nuotano dal Marocco a Ceuta, in Spagna

Mercoledì, le autorità hanno detto che una donna di 44 anni era risultata positiva nel Queensland, dopo aver guidato da Victoria, attraverso il Nuovo Galles del Sud, all’inizio di questo mese.

Le autorità hanno affermato che non vi sono prove immediate della trasmissione nella comunità e che non sono state imposte nuove restrizioni ai residenti.

La capitale del Queensland, Brisbane, è entrata per l’ultima volta in un blocco a sorpresa alla fine di marzo per contenere un’epidemia che è stata rapidamente domata.

Il Victoria ha subito quattro blocchi dall’inizio della pandemia, il più lungo di oltre 100 giorni alla fine dell’anno scorso, e lo stato ha visto più di 800 morti, il 90% del bilancio nazionale.

Mercoledì, Victoria ha riportato un nuovo caso COVID-19 acquisito localmente, l’aumento più basso in più di due settimane, rispetto ai due del giorno prima.

I casi giornalieri sono rimasti a una cifra per la maggior parte dei giorni di blocco e tutti i casi sono stati collegati a Variante delta virus altamente contagiosa È stato trovato tra i casi alla fine della scorsa settimana, facendo temere un possibile picco di infezioni

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

You May Also Like

About the Author: Michele Monaldo

"Studente devoto. Nerd certificato di Internet. Fan dei social media. Esperto di cultura pop. Studioso di bacon impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *