La Nuova Zelanda entrerà in isolamento dopo che è stato trovato un caso di Covid

Wellington, Nuova Zelanda – Martedì il governo della Nuova Zelanda ha adottato misure drastiche ponendo l’intero Paese in un rigoroso blocco per almeno tre giorni dopo che un singolo caso di coronavirus è stato rilevato nella comunità.

Il primo ministro Jacinda Ardern ha invocato parte della drammatica retorica che ha usato all’inizio della pandemia esortando la “squadra di 5 milioni” – i neozelandesi – a fare del loro meglio fin dall’inizio per cercare di arginare la recente epidemia.

“Abbiamo visto cosa succede altrove se non riusciamo a batterlo”, ha detto Ardern. “Abbiamo solo una possibilità.”

Ha detto che Auckland, dove vive l’uomo infetto, e Coromandel, dove ha visitato, rimarranno completamente chiusi per sette giorni e il resto del paese per tre giorni mentre gli esperti sanitari cercano di trovare la fonte della sua infezione.

Elenco degli acquirenti per entrare in un supermercato ad Auckland, in Nuova Zelanda, martedì 17 agosto 2021. Il governo della Nuova Zelanda ha adottato misure drastiche martedì ponendo l’intera nazione in un rigoroso blocco dopo che è stato rilevato un solo caso di coronavirus nella comunità.Jason Oxenham/AFP

Gli sviluppi hanno spinto le persone a fare la fila fuori dai supermercati per fare scorta di beni di prima necessità e hanno provocato un forte calo del valore del dollaro neozelandese.

La Nuova Zelanda è riuscita a debellare il virus e l’ultimo focolaio del virus è stato a febbraio. Ma Ardern ha avvertito che l’infezione della variante delta probabilmente richiederà misure più rigorose rispetto ai precedenti focolai.

La Nuova Zelanda è stata anche più lenta di altre nazioni sviluppate a vaccinare la sua popolazione, rendendola vulnerabile alle epidemie. Solo il 32% delle persone ha ricevuto almeno un’iniezione e il 18% è stato completamente vaccinato.

READ  Decine di persone sono cadute con il Covid-19 sull'Everest. Il Nepal dice che questo non è mai successo.

I funzionari stanno osservando con preoccupazione un crescente focolaio nella vicina Sydney, dicendo che non vogliono commettere gli stessi errori aspettando così tanto tempo per imporre misure rigorose.

Funzionari sanitari hanno affermato che i test del genoma non verificheranno fino a mercoledì se l’uomo di 58 anni ha la variante delta, anche se stavano lavorando sul presupposto che lo fa.

I funzionari hanno affermato di non essere stati immediatamente in grado di trovare un collegamento tra l’uomo e una manciata di persone che sono risultate positive mentre erano in quarantena dopo essere arrivate dall’estero. I confini sono visti come la fonte più probabile dell’epidemia.

Il passaggio alle misure di blocco più rigorose ha sottolineato l’approccio molto diverso che la Nuova Zelanda ha adottato nei confronti del virus dalla maggior parte degli altri paesi, che stanno cercando di sopprimerne la diffusione piuttosto che sradicarlo del tutto.

La Nuova Zelanda ha riportato solo 26 decessi a causa del virus dall’inizio della pandemia.

La chiusura entrerà in vigore poco prima della mezzanotte di martedì. Richiede alle persone di rimanere a casa ed evitare gli altri. La maggior parte delle persone può uscire solo per fare la spesa o fare esercizio. Il programma di vaccinazione del Paese stava accelerando, ma è stato sospeso per due giorni a causa dell’epidemia.

You May Also Like

About the Author: Michele Monaldo

"Studente devoto. Nerd certificato di Internet. Fan dei social media. Esperto di cultura pop. Studioso di bacon impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *