La Nuova Zelanda inizia ad allentare le restrizioni alle frontiere Covid-19

(CNN) – La Nuova Zelanda ha dichiarato giovedì che inizierà ad allentare le restrizioni Covid-19 ai suoi confini nazionali da marzo 2020.

Chris Hepkins, ministro neozelandese responsabile della risposta al coronavirus, ha affermato che da novembre i viaggiatori provenienti da paesi del Pacifico come Samoa, Tonga e Vanuatu non dovranno più mettere in quarantena all’arrivo.

Il periodo di quarantena di 14 giorni dell’hotel sarà ridotto a sette giorni per i viaggiatori completamente vaccinati dall’estero, con un piano per passare al sistema di isolamento domiciliare per gli arrivi completamente vaccinati più avanti nel 2022.

“È tempo di riaprire le nostre porte al mondo”, ha detto Hepkins in una conferenza stampa, “non possiamo rimanere chiusi dietro le mura del castello della Nuova Zelanda”.

L’approccio cauto della Nuova Zelanda

I dati della Johns Hopkins University mostrano che giovedì il Paese ha riportato 96 nuovi casi e nessun decesso.

Nuova Zelanda È stato uno dei primi ad adottare rigide restrizioni alle frontiere in risposta alla pandemia, chiudendo il traffico ricreativo verso una delle destinazioni più ambite al mondo.

Anche con questa struttura annunciata, la Nuova Zelanda prevede di compiere grandi sforzi per tenere sotto controllo il Covid-19.

Air New Zealand, la compagnia di bandiera del paese, ha affermato che i passeggeri sono sui suoi voli internazionali Avrai bisogno di una vaccinazione completa. L’attuazione delle politiche inizierà il 1° febbraio 2022.

Immagine in alto: una veduta di Auckland, in Nuova Zelanda, dal Monte Eden. (lotta per le azioni)
Forest Brown della CNN ha contribuito a questo rapporto.

You May Also Like

About the Author: Michele Monaldo

"Studente devoto. Nerd certificato di Internet. Fan dei social media. Esperto di cultura pop. Studioso di bacon impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *