La Polonia afferma che la Bielorussia sta rimandando i migranti al confine dopo aver evacuato i campi

BIELSK PODLASKE, Polonia/BRUZEJI, Bielorussia, 19 novembre (Reuters) – Venerdì la Polonia ha accusato la Bielorussia di aver trasportato centinaia di migranti al confine e di averli spinti a cercare di attraversare illegalmente, poche ore dopo aver evacuato i campi al confine che sono diventati il ​​fulcro di un focus crescente.Crisi orientale e occidentale.

L’accusa della Polonia suggerisce che la crisi non sia stata risolta da un apparente cambiamento nel comportamento di Minsk, che giovedì ha sgomberato i principali campi al confine e ha permesso il primo volo di ritorno in Iraq da mesi.

I governi europei accusano la Bielorussia di aver trasportato migliaia di persone dal Medio Oriente per cercare di attraversare illegalmente il confine dell’UE, dove diverse persone sono morte nelle foreste ghiacciate. La Bielorussia nega di aver sollevato la crisi.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato gratuito a reuters.com

Giovedì sera, poche ore dopo l’evacuazione dei campi, le autorità bielorusse stavano già riportando centinaia di camion e costringendoli a cercare di attraversare al buio, ha detto la portavoce della guardia di frontiera polacca Anna Michalska.

“(I bielorussi) stavano portando più migranti in luoghi dove c’era un tentativo forzato di attraversare”, ha detto Michalska. “All’inizio c’erano 100 persone, ma poi la parte bielorussa ha portato più persone in camion. Poi c’erano 500 persone”.

Quando i migranti hanno cercato di attraversare il confine, le forze bielorusse hanno accecato le guardie polacche con un laser, ha detto in una conferenza stampa. Alcuni migranti hanno lanciato tronchi e quattro guardie sono rimaste leggermente ferite.

L’accesso al confine dalla parte polacca è stato limitato da uno stato di emergenza, rendendo difficile la verifica del suo account.

READ  Il Vaticano rivela di possedere più di 5.000 immobili | Vaticano

‘incubo’

In un’intervista con la BBC, il presidente bielorusso Alexander Lukashenko ha ribadito la sua smentita di aver orchestrato la crisi, ma ha chiesto se la Bielorussia stesse aiutando i migranti che cercano di entrare in Polonia, ha detto: “Penso che questo sia del tutto possibile. Siamo slavi. Abbiamo cuori. Le nostre forze sanno che gli immigrati stanno andando in Germania. Forse qualcuno li ha aiutati, e io non esaminerò la cosa”.

I migranti sono stati portati giovedì dal campo sul lato bielorusso in un enorme magazzino affollato e hanno permesso ai giornalisti di essere fotografati. Il venerdì mattina i bambini correvano e gli uomini giocavano a carte mentre uno di loro faceva penzolare un bambino in grembo.

“Questa non è la vita, ma non è permanente”, ha detto Mohammed Noor, elettricista di 23 anni. “Dovrebbe essere solo temporanea fino a quando non decidono il nostro destino: portarci in Europa o rimandarci nel nostro paese”.

“Ciò che auguro a me stesso, lo auguro anche agli altri: andare in Europa e vivere una vita stabile”.

Nel frattempo, in un ospedale di Bielsk Podlaskie, dalla parte polacca, due migranti arrestati dopo l’attraversamento hanno ricevuto cure prima di essere trasferiti dalle guardie di frontiera polacche.

I migranti si radunano in un campo vicino al checkpoint di Bruzgi-Kuznica al confine bielorusso-polacco nella regione di Grodno, Bielorussia, 18 novembre 2021. REUTERS/Kacper Pempel

Prima del suo trasferimento, Mansour Nassar, 42 anni, padre di sei figli di Aleppo in Siria che si era recato in Bielorussia dal Libano, ha descritto il suo calvario durante cinque giorni nei boschi.

READ  Incidente nell'impianto nucleare iraniano di Natanz dopo l'attivazione di una centrifuga

“L’esercito bielorusso ci ha detto: ‘Se torni, ti uccideremo’”, ha detto piangendo nel suo letto d’ospedale. “Abbiamo bevuto dagli stagni… La nostra gente ha sempre subito un torto.”

Qassam Shuhada, un medico rifugiato siriano che vive in Polonia e aiuta in un altro ospedale, ha affermato che i pazienti hanno paura di essere rimpatriati con la forza in Bielorussia.

“Quello che hanno visto e quello che hanno vissuto da questa parte è un incubo per loro”, ha detto.

intensa sofferenza

I gruppi per i diritti umani affermano che la Polonia ha esacerbato la sofferenza restituendo coloro che cercano di attraversare. La Polonia afferma che ciò è necessario per evitare che arrivino più persone.

“Ho personalmente ascoltato i resoconti strazianti dell’estrema sofferenza di persone disperate – molte famiglie, bambini e anziani – che hanno trascorso settimane o addirittura mesi in condizioni dure e dure nelle foreste fredde e umide a causa di questi ritorni”, ha affermato il commissario europeo. per i diritti umani Dunja Mijatovic ha detto dopo la missione, durata quattro giorni in Polonia.

“Ho assistito a chiari segni del loro calvario agonizzante: tagli, congelamento, esposizione a freddo estremo, esaurimento e stress”, ha detto. “Non ho dubbi che riportare una di queste persone al confine porterà a più sofferenze umane e più morti”.

Le guardie di frontiera polacche hanno registrato sette morti al confine. I gruppi per i diritti dicono che più di una dozzina sono stati uccisi.

“ Seki e Brown `

Gli europei hanno evitato Lukashenko dalle contestate elezioni dell’anno scorso, ma questa settimana si sono rivolti con cautela, poiché il cancelliere tedesco Angela Merkel ha parlato con Lukashenko due volte al telefono.

READ  25 persone uccise in un incidente in barca in Bangladesh | Bangladesh

Tuttavia, la Commissione europea e la Germania giovedì hanno respinto una proposta che Minsk ha detto che Lukashenko aveva presentato alla Merkel, in base alla quale i paesi dell’UE avrebbero accolto 2.000 migranti, mentre altri 5.000 sarebbero stati rimpatriati. Per saperne di più.

Il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg ha dichiarato venerdì che la situazione al confine è rimasta estremamente preoccupante.

“L’uso delle persone vulnerabili da parte del regime di Lukashenko come mezzo per fare pressione su altri paesi è ridicolo e disumano”, ha affermato. La NATO è in piena solidarietà con tutti gli alleati colpiti.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato gratuito a reuters.com

(Segnalazione di Joanna Plochinska, Paul Florcewicz, Anna Lodarshak-Simczuk, Leon Malherbe, Yara Abi Nader, Kasper Pemble, Stefan Schippers e Andrios Setas; scrittura di Joanna Plosinska e Ingrid Melander; montaggio di Peter Graf e Alex Richardson

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

You May Also Like

About the Author: Michele Monaldo

"Studente devoto. Nerd certificato di Internet. Fan dei social media. Esperto di cultura pop. Studioso di bacon impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *