La proprietà immobiliare di Karl Lagerfeld raggiunge i 12 milioni di euro, quattro volte

La prima parte della vendita della proprietà dell’ex direttore artistico della Maison Chanel si è conclusa lunedì sera con una “vittoria”.

La vendita totale di parte della proprietà dello stilista Karl Lagerfeld, scaduta lunedì da Sotheby’s a Monaco, è stata di 12 milioni di euro, quattro volte le stime. La prima parte della vendita della tenuta dell’ex direttore artistico di Chanel, avvenuta nelle sale e online da venerdì, si è conclusa con una “vittoria”, secondo Sotheby’s.

Tutti i 582 lotti in esposizione sono stati rottamati, con un’asta complessiva di 12 milioni di euro contro stime comprese tra 2 e 3 milioni di euro. Più di 1.400 espositori si sono registrati per la vendita che si è svolta “in un’atmosfera elettrica”, ha dichiarato in un comunicato stampa Pierre Mothes, vicepresidente di Sotheby’s Francia.

E delle monete vendute, il 96% era al di sopra dell’alto apprezzamento, a Foto di Karl Lagerfeld dell’artista giapponese Takashi Murakami partito per € 292.100, per una stima di € 80.000 a € 120.000 e un’opera del pittore francese Guy-Pierre Fouconet, Mucca e il suo latte, risalente al 1920, è stata venduta per 152.400 euro, per una stima compresa tra 4.000 e 6.000 euro.

Molti mobili

La merce in vendita, tra cui molti mobili, proveniva dalle residenze degli stilisti, tra cui l’appartamento Quai Voltaire a Parigi.

Appassionato del periodo Art Déco, il designer possedeva molte delle creazioni e dei mobili dei francesi Louis Sue e André Marie, tra gli artisti fondatori del movimento negli anni ’20. Così, una coppia di poltrone e pouf risalgono al 1925, il loro numero è stimato in 20.000 e sono stati acquistati 30.000 euro per 114.300 euro e il prezzo del parrucchiere si mantiene tra i 7mila ei 10mila euro per 88.900 euro.

READ  Eugenio Derbez: È stato difficile per Jose Eduardo essere Derbez e ha scoperto perché | Victoria Ruffo | celebrità | Messico | nnda-nnlt | Offerte

Tra gli oggetti personali di Lagerfeld, un autoritratto è stato acquistato per 107.250 euro (stimato tra 2.000 e 3.000 euro) mentre tre taccuini d’ispirazione designer, stimati tra 3.000 e 5.000 euro, hanno trovato acquirenti per 152.400 euro.

Venere in mongolfiera Dom Perignon, una statua di Jeff Koons, per 38.100 euro, è leggermente al di sopra della stima, e una Rolls-Royce Phantom del 2018, stimata tra 300.000 e 350.000 euro, era di 439 mila euro. La seconda parte della vendita, online, si svolgerà a Parigi dal 6 al 16 dicembre, prima della vendita a Colonia il prossimo marzo.

You May Also Like

About the Author: Luigia Di Traglia

"Studente devoto. Nerd certificato di Internet. Fan dei social media. Esperto di cultura pop. Studioso di bacon impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *