La provincia cinese del Guangdong inasprisce le misure sul coronavirus man mano che i casi persistono

Un operatore sanitario preleva un tampone da un residente durante un test di gruppo per la malattia da coronavirus (COVID-19) in un sito di test temporaneo a Guangzhou, nella provincia del Guangdong, in Cina, il 30 maggio 2021. Foto scattata il 30 maggio 2021. cnsphoto via REUTERS

Le città della provincia più popolosa della Cina, Guangdong, hanno chiuso complessi e strade e ordinato ad alcuni viaggiatori di presentare risultati negativi dei test COVID-19, mentre i funzionari sanitari lottano per controllare l’epidemia.

Tutti i 10 casi confermati localmente sulla terraferma cinese il 1° giugno erano nel sud del Guangdong, ha detto mercoledì la Commissione sanitaria nazionale, sette nel capoluogo di provincia Guangzhou e tre nella vicina città di Foshan.

Guangzhou, il centro di produzione ed esportazione della Cina e la sua provincia più grande in termini di produzione economica, ha intensificato gli sforzi di prevenzione e controllo per il coronavirus da quando è emersa l’ultima ondata di casi alla fine di maggio.

Ha riportato 41 casi confermati localmente tra il 21 maggio e il 1 giugno e sei a Foshan.

Le due città hanno ordinato la quarantena domestica per i residenti di alcuni quartieri e richiesto alle persone in partenza in aereo, treno o lunghi viaggi su strada per la prova di un test COVID-19 negativo entro tre giorni.

I casi hanno spinto i residenti della città senza appuntamenti per la vaccinazione a radunarsi nei siti di vaccinazione. Il funzionario provinciale per il controllo delle malattie, Zhang Chubin, ha detto ai giornalisti martedì che la folla era “grave” in alcune località.

Guangzhou ha sospeso gli appuntamenti individuali e ha reso i gruppi principali una priorità per la vaccinazione, per garantire che ci sia un numero sufficiente di personale medico.

READ  In Francia le api vengono rubate: NPR

La città provinciale di Maoming ha rilevato un’infezione asintomatica il 25 maggio che è stata dimostrata essere stata in contatto con un paziente confermato a Guangzhou.

I funzionari della raffineria di Maoming di Sinopec, una delle più grandi raffinerie di petrolio della Cina, hanno affermato di aver imposto misure rigorose contro il coronavirus e hanno esortato i dipendenti a vaccinarsi il prima possibile. Tutti i suoi lavoratori a Maoming Port sono stati vaccinati.

viaggi di viaggio

La Cina continentale ha segnalato 24 casi del nuovo coronavirus il 1 giugno, rispetto ai 23 del giorno prima, e 19 nuovi casi asintomatici, rispetto ai 15 del giorno prima. La Cina non classifica le infezioni asintomatiche come casi confermati.

Il polo tecnologico di Shenzhen, sempre nel Guangdong, ha visto martedì due nuovi casi locali di infezioni asintomatiche, portando il numero di casi asintomatici in città a 15 dal 21 maggio.

Mercoledì, alle persone è stato chiesto di stare lontano dalla periferia del centro di abbigliamento all’ingrosso solitamente affollato nel quartiere degli affari di Dongmen, con il personale a cui è stato ordinato di essere testato dopo che è stato scoperto un caso asintomatico.

L’aeroporto di Shenzhen ha richiesto ai passeggeri in partenza con documenti di identità da Guangzhou o Foshan di mostrare risultati negativi per i test del virus effettuati entro tre giorni prima del viaggio.

Un funzionario sanitario della città di Guangzhou ha dichiarato domenica che le recenti infezioni a Guangzhou includevano una specie a rapida diffusione rilevata per la prima volta in India. Le autorità stanno ancora indagando sull’origine dell’epidemia.

L’epidemia di Shenzhen non è correlata all’epidemia di Guangzhou, dove i funzionari sospettano che il virus provenga da lavoratori portuali, con 11 infezioni che coinvolgono una diffusione variabile in Gran Bretagna.

READ  3 Auschwitz si dimette dal consiglio di amministrazione per la nomina di un politico di destra

Al 1 giugno, il numero di infezioni in Cina era di 91.146, con il bilancio delle vittime invariato a 4.636.

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

You May Also Like

About the Author: Michele Monaldo

"Studente devoto. Nerd certificato di Internet. Fan dei social media. Esperto di cultura pop. Studioso di bacon impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *