La ragazza dei palloncini di Banksy è stata venduta per 18,6 milioni di sterline

Inserito il 14 ottobre 2021 21:34Aggiornato il 14 ottobre 2021, 21:36

Distruggendo parzialmente la sua “La Fille au Ballon” tre anni fa, nel bel mezzo di un’asta, l’artista britannico Banksy ha voluto denunciare l’eccesso di denaro. La scommessa è chiaramente persa. I suoi dipinti, ribattezzati “Love in the Box” (Love in the Box), sono volati giovedì per 18,6 milioni di sterline (21,8 milioni di euro) a un’asta a Londra.

L’opera è stata venduta da Sotheby’s nella capitale britannica. Finora, supera il precedente record stabilito da Banksy. Lo scorso marzo, la targa “Game Changer”, una targa in onore degli operatori sanitari durante la pandemia di coronavirus, è stata venduta per 16,75 milioni di sterline (19,5 milioni di euro) per il servizio sanitario pubblico britannico.

stupore globale

Subito dopo l’inizio della vendita, le offerte si sono allargate fino a quando non hanno demolito il prezzo di 1,042 milioni di sterline (1,185 milioni di euro) al quale il dipinto è stato venduto a un collezionista europeo nel 2018. Prima della vendita di giovedì, Sotheby’s ha stimato il prezzo. Lavori tra 4 e 6 milioni di sterline (tra 4,6 e 7 milioni di euro).

Nell’ottobre 2018, durante un’asta, Banksy ha suscitato stupore in tutto il mondo distruggendo parte del suo lavoro. A peine le coup de marteau avait-il retenti qu’un broyeur dissimulé dans le cadre avait réduit en lambeaux la moitié inférieure de la toile, qui représente une petite fille lâchant un ballon rouge en forme de coeuron, intatto que laissa Sfondo bianco.

È stato “uno dei momenti più creativi nella performance artistica di questo secolo”, ha confermato in un comunicato stampa giovedì sera Alex Branczek, responsabile dell’arte moderna e contemporanea di Sotheby’s Asia, che “ha fatto passare questa asta alla storia”.

READ  La celebrità di MasterChef. Rebecca de Alba nel programma di cucina

anonimato

Con questo atto clamoroso, che ha causato un vero e proprio terremoto nel mondo dell’arte, lo street artist ha voluto denunciare la “mercificazione” dell’arte. Ma da questo colpo di stato, Banksy è andato all’asta nel panico, con le sue opere che hanno raggiunto numeri record.

Da parte sua, l’artista, che si è identificato attraverso una serie di graffiti sugli edifici, mantiene ancora una vaghezza della sua identità. Banksy usa bombe graffiti per mostrare la sua opposizione alla Brexit, il suo sostegno agli immigrati o anche per avvertire dell’emergenza climatica.

Ancor prima della fama internazionale acquisita nel 2018, la sua opera “La Fille au Ballon”, che ha debuttato nel 2002 come graffito su un muro della South Bank di Londra, è stata classificata come opera. Britannico.

Venerdì una doppia copia di “La Fille au Ballon” sarà messa all’asta, sempre nella capitale britannica, questa volta da Christie’s. La tela è stata prodotta nel 2005, ed è stimata tra 2,5 e 3,5 milioni di sterline (tra 2,9 e 4,1 milioni di euro).

con AFP

You May Also Like

About the Author: Jemma Romani

"Creatore. Piantagrane. Lettore. Nerd televisivo. Sostenitore orgoglioso della birra. Impossibile scrivere con i guantoni da boxe. Introverso. Praticante zombi certificato. Pensatore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *