La storia della follia di Max e Leon: questo piccolo villaggio di Bryce risale ai tempi dell’occupazione – Cinema News

Clement Coyer

giornalista

Clément Cuyer apprezza tutti i generi, dai buoni film horror alle commedie studentesche. È un “vecchio” di AlloCiné, giornalista in redazione da più di due decenni. “Troppo vecchio per queste sciocchezze”? Oh mai!

Parte delle riprese della commedia “The Mad Story of Max and Leon”, andata in onda giovedì sera su TF1, si sono svolte nel piccolo villaggio di Quezu, che si è rivelato alquanto per l’occasione.

La commedia La Folle Histoire de Max et Léon, andata in onda giovedì sera su TF1, presenta due amici d’infanzia pigri e scandalosi, interpretati dai membri di Palmashow David Marsais e Grégoire Ludig, che stanno cercando con tutti i mezzi di fuggire durante la seconda guerra mondiale. Il film richiede necessariamente un lavoro di riconfigurazione.

Per rappresentare la città di Macon durante l’occupazione, la troupe cinematografica si è rivolta al piccolo villaggio di Kozu, con una popolazione di meno di 2.000 abitanti, situato nella sezione Da Saône-et-Loire nella regione Bourgogne-Franche-Comté. Perché non puntare le telecamere a Macon, la città in cui David Marcet e Gregoire Ludge hanno vissuto per qualche tempo? Semplicemente perché non sembravano villaggi in quel momento.

Sono venuto a fare un po’ di scouting a Macon.Nel 2020, il regista Jonathan Barry ha detto a 2020 I nostri colleghi del Journal de Son et Loire. “La città è molto moderna. È stato complicato in termini di rumore e traffico. Siamo stati tentati dalla parte del villaggio di Cuiseaux. Abbiamo cambiato solo due facciate e messo sabbia per terra”.

Dall’8 al 13 agosto 2015, il team di La Folle Histoire de Max et Léon ha girato in questa città sonnolenta, non abituata a tanto tumulto. Come sottolinea JSL, il centro del paese di Bressan Village è stato un po’ trasformato, con la facciata della tabaccheria in particolare trasformata in un negozio di pesca e un’altra paninoteca trasformata in una panetteria.

READ  Kelly Clarkson, "GH", Pericolo! Vinci alla grande ai Daytime Emmy

Questa fotografia ha riportato l’economia della regione. “E’ stato strano incontrare SS per strada, ancora mi vengono i brividi quando ci penso”, ricorda Claude Moissonnier, membro dell’Ufficio del Turismo, al microfono della JSL. “Abbiamo avuto l’impressione di essere al momento dell’occupazione, vedere tutte queste persone in costume, è stato piuttosto impressionante. Ha avuto un grande impatto sul turismo locale. Alcune aggiunte, alcune da Le Creusot, de Tournus .. . mai visto Cuzu, alcuni hanno promesso di tornare.”

La folle storia di Max e Leon: quali altri film possono guardare i due?

Guarda la presentazione

Presentazione

La folle storia di Max e Leon: quali altri film possono guardare i due?

7 foto

You May Also Like

About the Author: Luigia Di Traglia

"Studente devoto. Nerd certificato di Internet. Fan dei social media. Esperto di cultura pop. Studioso di bacon impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *