Lady Gaga inonda Tony Bennett d’amore prima di pubblicare il suo ultimo album insieme

Instagram

Insieme a una dolce foto di lei con il cantante di “I Left My Heart in San Francisco”, il produttore di successo “Shallow” pubblica ciò a cui i due mirano con “Love For Sale”.

Negozio di ghiaccio
Lady Gaga Ha scritto una lettera toccante a Tony Bennett Commemorando il loro ultimo album. Quando il leggendario cantante e celebrità pop star si sono uniti per la prima volta nel 2011, erano considerati una coppia improbabile, ma 10 anni dopo, i Compagni musicali sono diventati un duo amato e famoso.

Ora la loro collaborazione è purtroppo terminata poiché Bennett è costretto al pensionamento a causa del morbo di Alzheimer. La notte di giovedì 16 settembre, GaGa è andata su Instagram con un toccante messaggio alla sua amica di 95 anni mentre si preparavano a pubblicare il loro ultimo album insieme, anche la loro ultima registrazione in studio: “Love for Sale”.

Accanto a una foto carina della coppia, ha scritto: “Tony, questo è l’ultimo album che faremo insieme, ma la celebrazione del jazz, e noi siamo amici musicali, sarà con me per sempre”. “Stiamo dando al pubblico ‘Love For Sale’ per amore gratuito, per farli sorridere, perché è per questo che siamo qui”.

Il creatore del battito cardiaco “superficiale” includeva un’emoji del cuore, aggiungendo “Love, LG”. Ha aggiunto nello stesso post che la canzone “Love For Sale” è ora disponibile! E l’album “Love For Sale”, una celebrazione delle canzoni di Cole Porter cantate da me e @itstonybennett, è uscito in 2 settimane il 1 ottobre. ”

La coppia si è esibita in due concerti d’addio sold-out ad agosto al Radio City Music Hall di New York City.

READ  "Suicide Squad" arriva nei cinema con un nuovo cast - El Financiero

Bennett ha parlato della sua battaglia contro l’Alzheimer in un articolo per la rivista AARP. Dopo che il servizio è stato pubblicato, il cantante di “Perfectly Frank” è andato su Twitter per dire: “La vita è un dono, anche con l’Alzheimer. Grazie (sua moglie) Susan e la mia famiglia per il loro supporto, e AARP. Magazine per aver raccontato la mia storia .”

prossimo articolo