L’Agenzia Spaziale Europea ha trovato una grande quantità di acqua sotto il “Grand Canyon” di Marte

I ricercatori dell’Agenzia spaziale europea hanno appena ottenuto una grande quantità d’acqua, che potrebbe trovarsi sotto la più grande valle del sistema solare.

La ricerca di vita extraterrestre continua bene. In pratica, questo spesso comporta la ricerca dell’acqua, una componente essenziale della vita basata sul carbonio come la conosciamo. Sappiamo già che il nostro vicino rosso, Marte, contiene una certa quantità; Gli astronomi dell’Agenzia spaziale europea hanno appena annunciato di trovarne ancora una quantità significativa.

Ad ogni modo, questo è ciò che hanno concluso i ricercatori quando hanno ricevuto le ultime letture di Monitoraggio del gas tropicale (TGO). È un satellite attualmente parcheggiato in orbita attorno a Marte; Uno dei compiti è quello di impostare La presenza di idrogeno, che forma a Una buona approssimazione del contenuto di acqua in questo contesto.

Di solito, gli astronomi si aspettano di trovare tracce d’acqua nelle regioni polari, dove si trova. sotto forma di ghiaccio. È invece molto raro ai tropici, che sono più esposti alla radiazione solare. Quindi, non c’è acqua superficiale in queste aree.

Ma ci vuole altro per fermare TGO. Grazie a uno strumento chiamato FREND, è già in grado di determinare in profondità il suo obiettivo. “Usando il TGO, possiamo guardare fino a un metro sotto questo strato di polvere per vedere cosa sta succedendo sotto la superficie.“, spiega Igor Mitrofanov, residente all’Accademia delle scienze di Mosca. “Questo ci permette di identificare ‘oasi’ ricche d’acqua che erano invisibili agli altri nostri strumenti.‘, Aggiunge.

Per quanto ne sappiamo, Valles Marineris è la più grande struttura geologica osservata nell’intero sistema solare. © NASA / JPL-Caltech / Arizona State University

Cancella il caveau dall’orbita

Un concetto molto promettente che funziona alla grande, poiché ha individuato tracce d’acqua in una delle più grandi strutture geologiche del sistema solare: JM Marineris, una rete di canyon dieci volte più lunga e cinque volte più profonda del Grand Canyon. “FREND ha rivelato una grande quantità di idrogeno presente nei canyon di Valles Marineris“Il ricercatore continua”.È molta più acqua del previsto“Insiste. Mette anche in chiaro che”Il 40% del materiale è nel seminterrato vicino” Sarà impermeabile!

READ  Quanto costa mantenere il motore di ricerca predefinito sui dispositivi Apple?

Con ogni probabilità, è probabilmente ghiaccio. Ma se FREND è ottimo per rilevare tracce di idrogeno, non permette di dedurre la forma in cui è immagazzinato. Quindi questo sarà il prossimo passo per i ricercatori. “Avremo bisogno di ulteriori osservazioni per sapere con certezza con che tipo di acqua abbiamo a che fare.“, spiega Alexei Malakhov, coautore dello studio.

© I. Mitrofanov et al. (2021)

Ma è comunque un “passo fantastico”, secondo gli stessi ricercatori. C’è davvero qualcosa di cui essere entusiasti. Perché oltre ad ottenere un nuovo oggetto di studio, questo lavoro ha permesso soprattutto di confermare il corretto funzionamento di FREND. Quindi dovrebbero essere in grado Per selezionare “Altre oasi”‘, che sicuramente ci salverà Risposte ad alcune domande crucialiS.

Imparare di più su dove e come si trova l’acqua su Marte oggi è essenziale per capire cosa è successo all’acqua marziana, che un tempo era abbondante.ha spiegato Alessio.Ciò farà progredire la nostra ricerca su ambienti potenzialmente abitabili, possibili segni di vita e persino materiali organici che potrebbero risalire alle origini marziane.‘, conclude.

Testo di studio disponibile qui.

You May Also Like

About the Author: Dario Calabresi

"Creatore. Piantagrane. Lettore. Nerd televisivo. Sostenitore orgoglioso della birra. Impossibile scrivere con i guantoni da boxe. Introverso. Praticante zombi certificato. Pensatore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *