Laura Paus Cine interpreterà l’Oscar da Los Angeles

Los Angeles, Stati Uniti

Laura Pausini eseguirà la sua canzone nominata all’Oscar “IOS” dal tetto dell’Hollywood Academy Museum di Los Angeles (USA), l’organizzazione ha confermato all’EFE questo venerdì.

Gli italiani si esibiranno in un evento speciale prima della cerimonia di premiazione, insieme alla cantautrice Diane Warren, con i restanti candidati per la migliore canzone originale: Celeste, Herr, Leslie Odom, Jr., Daniel Pemberton e Molly Sandon.

Lo speciale “Oscar: For the Spotlight”, che funge da alternativa al tradizionale red carpet, non poteva non essere celebrato dall’infezione da virus corona, che ha costretto il restyling dell’intero format di gala.

Dei cinque candidati, quattro si esibiranno a Los Angeles, con una registrazione “Eurovision Song Contest: The Story of Fire Saga” dall’Islanda.

“Abbiamo portato alcuni momenti importanti prima e dopo la mostra. La nostra trasmissione deve cambiare l’intera trasmissione, altrimenti ti perderai qualcosa di inaspettato e divertente”, hanno detto i produttori dell’evento Steven Soderbergh, Stacy Sher e Jesse Collins.

Secondo una lettera inviata dall’Accademia con le istruzioni agli ospiti, i prossimi candidati all’Oscar potranno recarsi a Los Angeles in quanto considerati lavoratori essenziali.

Condizioni che tutti i partecipanti devono soddisfare, ovvero 10 giorni di isolamento senza contatto con stranieri e tre test PCR prima della partenza, allo sbarco e il giorno della cerimonia.

Brad Pitt, Gentia, Rita Moreno, Joaquin Phoenix e Harrison Ford presenteranno i premi.

Laura Tern, Regina King, Marley Madlin, Reese Witherspoon, Renee Zellweger, Angela Bassett, Halle Berry, Bong Joon Ho, Dan Seattle e Brian Cronston completano il primo elenco di partecipanti a un festival, una sequenza temporale che adatta la sua trasformazione Formato personalizzato per un script specifico.

READ  Le norme dei tribunali italiani dovrebbero fornire protezione agli immigrati con bambini

Per farlo in sicurezza, i responsabili hanno prenotato la Union Station, la stazione centrale dei treni di Los Angeles, dove hanno progettato lo spazio esterno che ospita lo spazio tradizionale, oltre al tradizionale Dolby Theatre e all’Academy Museum.

“Monk”, con dieci nomination, è il film più nominato agli Infectious Oscar, con “Nomland” che appare come la scelta principale dopo aver spazzato via questa strana stagione di premi hollywoodiani con sei opzioni idol.

You May Also Like

About the Author: Leonzio Vecoli

"Esperto di musica professionista. Creatore. Studente. Appassionato di Twitter. Pioniere del caffè impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *