L’Australia allenta per la prima volta le restrizioni ai confini internazionali durante la pandemia

  • Viaggio inizialmente limitato a cittadini e residenti australiani
  • Ci sono ancora frontiere chiuse in alcune parti dell’Australia
  • Il regolatore medico amplia l’elenco dei vaccini riconosciuti
  • I viaggiatori non vaccinati devono affrontare restrizioni di quarantena in corso

SYDNEY (Reuters) – L’Australia lunedì ha allentato per la prima volta le restrizioni ai confini internazionali durante l’epidemia di coronavirus, consentendo ad alcuni cittadini vaccinati di viaggiare liberamente e riunire diverse famiglie, scatenando un abbraccio emotivo negli aeroporti.

Dopo oltre 18 mesi di alcune delle politiche di confine più dure al mondo per il coronavirus, milioni di australiani sono ora liberi di viaggiare senza permesso o di dover mettere in quarantena all’arrivo nel paese.

Sebbene il viaggio sia inizialmente limitato ai cittadini australiani, ai residenti permanenti e alle loro famiglie immediate, delinea un piano per riaprire il paese ai turisti e ai lavoratori internazionali, entrambi essenziali per rivitalizzare la nazione sopraffatta. Per saperne di più

I passeggeri del primo volo da Singapore e Los Angeles sono arrivati ​​a Sydney la mattina presto, molti accolti da amici e parenti con lacrime che non vedevano da mesi. I passeggeri sono stati accolti anche dal personale della compagnia aerea che ha tenuto in mano dei cartelli e sono stati regalati fiori di campo australiani e biscotti al cioccolato.

Ethan Carter ha dichiarato dopo l’atterraggio su un volo della Qantas Airways: “Sono tornato a casa per vedere mia madre perché non si sentiva bene. (QAN.AX) volo da Los Angeles.

“Quindi è tutta ansia ed eccitazione e adoro le sue pile e non vedo l’ora di vederlo”, ha detto, aggiungendo che era stato fuori dal paese per due anni.

READ  Il giornalista Ibsar Alam è stato ucciso dopo aver criticato l'esercito pakistano

A Melbourne è stato spruzzato un cannone ad acqua della Singapore Airlines (SIAL.SI)Celebrazione dell’atterraggio dell’aereo sull’asfalto dopo l’atterraggio.

In una delle risposte più dure al mondo alla pandemia di coronavirus, l’Australia ha chiuso i suoi confini internazionali 18 mesi fa, vietando ai turisti stranieri e vietando ai cittadini di uscire o arrivare a meno che non avessero ottenuto un’esenzione.

Le rigide regole di viaggio hanno effettivamente vietato a molti australiani di partecipare a eventi importanti, inclusi matrimoni e funerali, oltre a impedire alle persone di vedere familiari e amici.

L’allentamento delle regole di viaggio negli stati di Victoria, New South Wales e Australian Capital Territory arriva mentre l’Australia passa da una strategia di gestione della pandemia zero COVID alla convivenza con il virus attraverso vaccinazioni massicce.

Una coppia sposata si riunisce all’aeroporto di Sydney in seguito all’allentamento delle restrizioni alle frontiere per la malattia da coronavirus (COVID-19), con australiani completamente vaccinati che possono entrare a Sydney dall’estero senza quarantena per la prima volta da marzo 2020, a Sydney, in Australia, a novembre 1, 2021. Reuters/Jimmy Joy

Mentre l’epidemia del Delta ha bloccato Sydney e Melbourne per mesi fino a poco tempo fa, i casi di COVID-19 in Australia rimangono ben al di sotto di molti paesi simili, con circa 170.500 infezioni e 1.743 decessi, al 31 ottobre.

Secondo il gruppo dell’industria aeronautica di Barra, lunedì circa 1.500 persone avrebbero dovuto recarsi a Sydney e Melbourne.

Non ci sono ancora turisti

Tuttavia, il cambiamento delle regole di viaggio non è uniforme in tutto il paese, con diversi tassi di vaccinazione e politiche sanitarie negli stati e nei territori. Per saperne di più

READ  Funzionari francesi affermano che Esther Dingley è morta per 30 metri

L’Australia occidentale, che comprende una delle più grandi regioni di minerale di ferro del mondo, rimane in gran parte isolata dal resto del paese – e dal mondo – mentre il paese cerca di proteggere il suo status di libero da virus.

Mentre la Thailandia e Israele avrebbero dovuto ricevere i turisti vaccinati da lunedì, i viaggiatori stranieri non sono ancora i benvenuti in Australia, ad eccezione di quelli della vicina Nuova Zelanda. Per saperne di più

“Abbiamo ancora molta strada da fare in termini di ripresa del nostro settore, ma consentire agli australiani completamente vaccinati di viaggiare senza quarantena fornirà un modello per riportare studenti, viaggiatori d’affari e turisti da tutto il mondo”, Jeff, CEO dell’aeroporto di Sydney. disse Colbert.

I cittadini di Singapore sono il prossimo gruppo a cui sarà consentito l’ingresso dal 21 novembre.

I funzionari australiani lunedì hanno aggiunto l’indiano Covaxin e il cinese BBIBP-CorV, prodotti da Sinopharm, a un elenco crescente di vaccini accettabili, aumentando il numero di persone che potranno viaggiare in Australia senza essere messe in quarantena.

I viaggiatori non vaccinati dovranno comunque affrontare le restrizioni di quarantena e tutti i viaggiatori hanno bisogno della prova di un test COVID-19 negativo prima dell’imbarco.

L’Australia in precedenza consentiva solo a un numero limitato di cittadini e residenti permanenti di tornare dall’estero, con un periodo di quarantena obbligatorio di 14 giorni in un hotel a proprie spese. Ci sono state anche alcune esenzioni per i viaggiatori stranieri per motivi economici, tra cui, probabilmente, alcune star di Hollywood.

Segnalazioni aggiuntive di Jonathan Barrett, Jimmy Freed, Jill Gralow, James Redmayne e Lydia Kelly; Montaggio di Daniel Wallis, Richard Boleyn e Jane Wardle

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

READ  Netanyahu ha lottato per rimanere al potere lo scorso fine settimana come primo ministro israeliano

You May Also Like

About the Author: Michele Monaldo

"Studente devoto. Nerd certificato di Internet. Fan dei social media. Esperto di cultura pop. Studioso di bacon impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *