Le agenzie di intelligence israeliane ritengono che i colloqui di Vienna porteranno gli Stati Uniti a tornare all’accordo sul nucleare iraniano

Due funzionari dell’intelligence militare israeliana e alti funzionari del Mossad mi hanno detto durante una riunione del gabinetto di sicurezza del paese che i colloqui a Vienna tra l’Iran e altre potenze mondiali avrebbero portato gli Stati Uniti a tornare all’accordo nucleare del 2015, mi hanno detto due funzionari presenti all’incontro. .

Perchè importa: Il governo israeliano è profondamente preoccupato per il ritorno degli Stati Uniti all’accordo sul nucleare e sta cercando di persuadere l’amministrazione Biden a non alleviare la pressione sul regime iraniano.

Responsabile notizie: Fondamentalmente ha informato il Mossad sulla sessione del gabinetto sullo stato del programma nucleare iraniano. Durante la riunione, i funzionari dell’intelligence militare hanno discusso delle azioni iraniane nella regione.

  • Le due agenzie di intelligence hanno fornito valutazioni simili sulla posizione dei colloqui di Vienna.

cosa stanno dicendo: “Non siamo molto ottimisti, per non dire altro. Non saremmo sorpresi se gli Stati Uniti e altre potenze mondiali firmassero un accordo con l’Iran entro poche settimane”, mi ha detto un alto funzionario israeliano che ha partecipato all’incontro.

  • Il consigliere per la sicurezza nazionale Jake Sullivan ha dichiarato domenica a Fox News che i colloqui di Vienna con l’Iran sono stati “costruttivi” e che c’è stato un vero sforzo per tornare al rispetto reciproco dell’accordo nucleare del 2015.
  • Sullivan ha aggiunto che gli Stati Uniti non revoceranno le sanzioni a meno che non avessero “chiarezza e fiducia” sul fatto che l’Iran sarebbe tornato pienamente a rispettare tutti i suoi obblighi ai sensi dell’accordo del 2015.

Qual è il prossimo: Funzionari israeliani mi hanno detto che non sono state prese nuove decisioni politiche durante la riunione di gabinetto di oggi, e Israele continuerà il dialogo con l’amministrazione Biden sui negoziati con l’Iran.

  • Nelle prossime due settimane, il consigliere per la sicurezza nazionale israeliana Meir Ben Shabat, il capo di stato maggiore dell’IDF Aviv Kochavi, il capo dell’intelligence militare israeliana Tamir Hayman e il direttore del Mossad Yossi Cohen visiteranno Washington per colloqui con le loro controparti sull’Iran, mi hanno detto i funzionari.
READ  Tifone Tauktae: la Marina indiana cerca dozzine di dispersi in mare

You May Also Like

About the Author: Michele Monaldo

"Studente devoto. Nerd certificato di Internet. Fan dei social media. Esperto di cultura pop. Studioso di bacon impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *