Le donne cilene brillano nel voto sulla costituzione poiché più uomini devono avere una gamba per rimanere uguali

La Commissione elettorale Cerville ha detto lunedì che le donne cilene hanno ottenuto una performance così forte nelle elezioni per selezionare i candidati per la stesura della nuova costituzione del paese, che richiede che vengano apportate modifiche per garantire che l’organismo sia diviso equamente tra i sessi a favore di più uomini.

Un totale di cinque seggi sono stati consegnati a un numero inferiore di candidate donne rispetto ai loro omologhi maschi in alcune regioni per garantire una divisione di genere 50-50, mentre sette seggi sono stati consegnati a uomini le cui opinioni erano inferiori a quella.

L’idea di garantire l’uguaglianza di genere nell’organismo che redige la nuova costituzione è stata bandita dai partiti di destra, ma alla fine è stata approvata dal Congresso – in quello che gli attivisti per i diritti hanno detto che era il primo del suo genere al mondo.

Gli analisti hanno celebrato la transizione delle donne alla ribalta in una nazione storicamente conservatrice, mentre altri si sono lamentati del fatto che non sia mai stato fissato alcun limite ai candidati vincenti.

Alondra Carrillo Vidal, 29 anni, psichiatra che ha servito come portavoce del movimento delle donne 8M che ha guidato alcune delle più grandi proteste contro il governo di centrodestra negli ultimi anni, è stata scelta per rappresentare i sobborghi meridionali della classe operaia del capitale, Santiago. Ha detto di aver inizialmente sollevato preoccupazioni circa un limite del 50% per le donne e ha suggerito che fosse motivato.

“Ciò che questo risultato mostra è che la nostra autorità è traboccante di tutte le strutture che cercano di contenerla, e ciò che è stato presentato come un minimo democratico era, in effetti, un modo per preservare la presenza degli uomini negli spazi di rappresentanza”, ha detto. .

READ  Netanyahu: Naftali Bennett come primo ministro israeliano 'ridicolo'

Un totale di 699 donne hanno occupato i posti nella conferenza e 674 uomini. Il collegio elettorale ha detto che 77 donne hanno vinto seggi e 78 uomini.

Julieta Suarez Cao, accademica dell’Istituto di scienze politiche dell’Università cattolica, ha detto a Diario Financiero che il requisito della parità di genere ha costretto i gruppi politici a cercare candidati competitivi.

“Dimostra che il Cile non è un paese molto muscoloso, e se trovi candidati buoni e competitivi – e ce ne sono molti – la gente voterà per loro”, ha detto.

Javiera Arci, professore di scienze politiche all’Università di Valparaiso, ha detto a Reuters che la vittoria di così tante donne sottolinea come in precedenza fossero sottovalutate come forza politica in Cile, mentre gli uomini venivano promossi nei ranghi.

“D’ora in poi, penso che gli uomini dovranno semplicemente aggiornare il loro gioco”, ha detto.

I nostri criteri: Thomson Reuters Trust Principles.

You May Also Like

About the Author: Michele Monaldo

"Studente devoto. Nerd certificato di Internet. Fan dei social media. Esperto di cultura pop. Studioso di bacon impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *