Le entrate globali delle applicazioni mobili hanno raggiunto livelli record

Tra gennaio e giugno sono stati spesi circa 41,5 miliardi di dollari sull’App Store di Apple e 23,4 miliardi di dollari su Google Play, con un aumento del 25%.

Secondo un sondaggio della società di ricerca Sensor Tower, pubblicato lunedì 28 giugno, la spesa globale degli utenti di app mobili ha raggiunto il picco nella prima metà dell’anno, raggiungendo quasi 65 miliardi di dollari. I negozi online gestiti da Apple e Google hanno visto le loro entrate salire alle stelle proprio mentre i giganti della California stanno affrontando una crescente ostilità da parte di molti sviluppatori a causa delle rigide condizioni che impongono alle loro piattaforme. I dati preliminari di Sensor Tower mostrano che tra gennaio e giugno sono stati spesi 41,5 miliardi di dollari sull’App Store di Apple e 23,4 miliardi di dollari su Google Play. Si tratta di un aumento del 25% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

La piattaforma video leggera TikTok è in cima alle app più redditizie con $ 920 milioni nella prima metà dell’anno, in crescita del 74% rispetto alla prima metà del 2020. È davanti al sito di condivisione video YouTube di proprietà di Google in cui gli utenti hanno speso circa $ 565 milioni. Le entrate del gioco mobile sono state pari a 44,7 miliardi di dollari (+18%) da gennaio a giugno. “Sebbene la spesa dei consumatori per i giochi mobili stia crescendo a un ritmo più lento rispetto allo scorso anno, ciò non indica un rallentamento del settore, ma piuttosto una normalizzazione dopo un’impennata di interesse legata alle circostanze straordinarie della pandemia di Covid-19”., ha fatto riferimento alla torre dei sensori in un articolo.

READ  La beta Cross-Play di Overwatch è ora disponibile su PC e console

il gioco onore dei reSviluppato dal colosso cinese Tencent, è stato il mercato della telefonia mobile più redditizio, generando 1,5 miliardi di dollari nella prima metà dell’anno. Lo studio americano Epic Games, dietro il successo mondiale di Fortnite, si oppone allo stretto controllo che Apple e Google esercitano sulle proprie piattaforme, in particolare sulle commissioni imposte agli sviluppatori. Epic ha citato in giudizio Apple, accusando il marchio Apple di aver abusato di una posizione dominante e chiedendogli di aprire le porte al suo ecosistema mobile. Il gruppo californiano ha cacciato Fortnite dall’App Store quando Epic ha offerto ai giocatori un modo per aggirare il sistema di pagamento della piattaforma per sfuggire alla tassa sulle commissioni richiesta da Apple. A maggio si è svolto un processo di tre settimane. Il suo verdetto è atteso per questa estate.

You May Also Like

About the Author: Jemma Romani

"Creatore. Piantagrane. Lettore. Nerd televisivo. Sostenitore orgoglioso della birra. Impossibile scrivere con i guantoni da boxe. Introverso. Praticante zombi certificato. Pensatore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *