Le forze americane lasciano una grande base militare in Afghanistan

Tre funzionari della difesa hanno affermato che le forze statunitensi hanno lasciato una delle più grandi basi militari in Afghanistan.

I funzionari hanno affermato che l’aeroporto di Kandahar è stato consegnato alle forze di sicurezza nazionali afghane all’inizio di questa settimana, in una mossa che indica l’urgente necessità degli sforzi americani per cercare Ritiro completo dal paese Entro l’11 settembre.

Kandahar, situata nel sud dell’Afghanistan, è una delle principali basi che ospitano le forze statunitensi e internazionali. Al suo apice, la vasta base militare e l’aeroporto ospitava oltre 26.000 truppe americane e internazionali.

Quando le operazioni di combattimento della coalizione si sono ufficialmente trasferite in una missione di addestramento alla fine del 2014, Kandahar è diventata un centro di addestramento nella regione meridionale dell’Afghanistan.

Kandahar ha un significato storico in quanto luogo di nascita dei talebani e l’ultima grande città in cui gli Stati Uniti hanno espulso dal potere il movimento islamico estremista nel 2001. Da allora, i combattenti talebani hanno continuato a cercare di riprendere il controllo della città, spesso conquistando città città e aree della provincia di Kandahar per brevi periodi di tempo, finché non viene nuovamente espulso.

Il mese scorso, i talebani hanno preso di mira l’aeroporto di Kandahar con un attacco missilistico, senza provocare vittime o danni.

L’esercito americano sta ritirando tutte le sue 2.500 truppe dall’Afghanistan.

Presidente Joe Biden Annuncia i suoi piani Per il completo ritiro delle forze il mese scorso, dicendo che è giunto il momento di porre fine alla “guerra eterna”.

“Non possiamo continuare il ciclo di estensione o espansione della nostra presenza militare in Afghanistan nella speranza di creare le condizioni ideali per il nostro ritiro e aspettarci un risultato diverso”, ha detto.

READ  "Cosa mi accadrà?" Un futuro incerto attende gli afghani che sono fuggiti

Circa 2.300 soldati americani sono stati uccisi e più di 20.000 feriti da quando gli Stati Uniti hanno rovesciato il regime talebano nel 2001 dopo che si erano rifiutati di consegnare Osama bin Laden, il leader di Al Qaeda e il pianificatore degli attacchi terroristici dell’11 settembre. 2001.

Più di 100.000 civili afgani sono stati uccisi o feriti anche dal 2009, quando le Nazioni Unite hanno iniziato a documentare sistematicamente l’impatto della guerra sui civili.

You May Also Like

About the Author: Michele Monaldo

"Studente devoto. Nerd certificato di Internet. Fan dei social media. Esperto di cultura pop. Studioso di bacon impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *