L’Ecuador Guillermo Laso vince le elezioni presidenziali

Domenica l’Ecuador ha eletto presidente un ex banchiere conservatore e sostenitore del libero mercato a spese del suo avversario populista, mettendo il paese su un percorso favorevole agli affari.

Guillermo Lasso, 65 anni, ha ricevuto più del 52% dei voti per aggiudicarsi la presidenza, il suo terzo tentativo di candidarsi alla presidenza. Ha sconfitto Andres Arouz, l’economista di sinistra di 36 anni che protegge il potente ex presidente Rafael Correa. Il signor Arrows ha approvato più del 95% dei voti.

Il signor Lasso erediterà l’economia in difficoltà e una crisi sanitaria simile La pandemia di Covid-19 si sta diffondendo in tutto il Sud America. Dal Brasile al Perù e al Cile, Gli ospedali vengono spinti sull’orlo di un precipizio Mentre le infezioni salivano a livelli record, minando le speranze di una ripresa economica.

“Per anni, ho sognato la possibilità di servire gli ecuadoriani, quindi il paese sta progredendo. Oggi l’ho reso possibile”, ha detto Lasso ai suoi sostenitori.

Mentre gli elettori dell’Ecuador hanno scelto un candidato di destra, nel primo turno del voto presidenziale nel vicino Perù, gli elettori sembravano dirigersi verso l’estrema sinistra. E un sondaggio Ipsos sull’uscita dagli elettori ha mostrato che il candidato alla presidenza Pedro Castillo, un socialista che sostiene l’abolizione di tre decenni di politiche favorevoli al mercato, è davanti ad altri 17 candidati. Il Perù terrà un secondo turno di votazioni a giugno tra i due maggiori leader.

READ  Un prete canadese il cui confronto a Pasqua con la polizia è stato molto diffuso ed è stato arrestato dopo aver tenuto una funzione religiosa.

You May Also Like

About the Author: Michele Monaldo

"Studente devoto. Nerd certificato di Internet. Fan dei social media. Esperto di cultura pop. Studioso di bacon impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *