L’impatto delle criptovalute sull’economia italiana

Quello delle criptovalute è un argomento abbastanza controverso a livello legislativo, sono
stati molti i ministri, di diversi paesi, che spesso hanno fatto dichiarazioni altalenanti su
queste nuove valute digitali. Al di là di quello che pensa il funzionario di turno, le criptovalute
sono già entrate nell’economia mondiale e il fenomeno non accenna a diminuire.

Diversa quindi la posizione di ogni governo, dato che ogni nazione pare muoversi un po’ in
maniera indipendente, anche se nel frattempo l’impatto sulle economie mondiali già produce i suoi effetti. Anche in Italia non sono mancate dichiarazioni contraddittorie, a cui è seguita
anche la proposta di alcune leggi.

Lo studio OCSE sull’Italia e le criptomonete

Uno studio del 2020, commissionato dal Ministero dello Sviluppo Economico e realizzato
dall’OCSE, fotografa molto bene la situazione italiana. Il nostro paese, con la sua ossatura
economica fatta di imprese medie e medio-piccole, molto specializzate in settori di nicchia,
ha di fronte a sé una buona opportunità per sfruttare l’avvento della tecnologia Blockchain e
del mondo delle criptovalute.

Lo studio registra un calo del 4% nel numero di imprese italiane nel periodo 2010-2017. A
questa situazione sono seguite alcune iniziative del MiSE volte all’utilizzo delle
tecnologie nel settore dei sistemi cloud ed elaborazione dei big data.

Lo studio evidenzia come l’Italia si trovi in una posizione interessante per sfruttare queste
nuove tecnologie. Sono state infatti individuate un certo numero di imprese che stanno
sviluppando diverse soluzioni in ambito Blockchain, a cui si aggiungono quelle che
specificatamente operano nello scambio di criptovalute e nella gestione di portafogli
elettronici.

Le sfide future per l’Italia delle criptovalute

L’Italia nel 2019 ha tuttavia effettuato un grosso passo avanti, soprattutto se paragonata ad
alle altre nazioni: con il Decreto 998, detto “Decreto Semplificazioni”, ha fornito un primo
quadro normativo in merito alle tecnologie Blockchain, ammettendo la validità giuridica degli
smart contact. Questo tipo di contratti viene quindi equiparato a quelli tradizionali, dando loro
validità all’interno della legislazione italiana e andando a creare un interessante precedente.

READ  "L'Inter la utaro Martinez è meglio di Paulo Dybala della Juventus"

A questo aspetto legale si sono aggiunte iniziative come il lancio del CDP Venture Capital
Sgr Fondo Nazionale Innovazione, per favorire l’innovazione e l’accelerazione di iniziative su
Blockchain. Tra queste troviamo applicazioni di ogni genere ed exchange come KuCoin, iniziative che possono favorire la diffusione delle criptovalute in ogni comparto sociale, facendo avvicinare molte più persone a questa tecnologia e fornendo un nuovo modo di pensare al denaro digitale.

You May Also Like

About the Author: Dario Calabresi

"Creatore. Piantagrane. Lettore. Nerd televisivo. Sostenitore orgoglioso della birra. Impossibile scrivere con i guantoni da boxe. Introverso. Praticante zombi certificato. Pensatore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *