Mercedes: DUH vede nuove prove per l’hardware della sconfitta del diesel

DUH continua a concentrarsi sui motori diesel Mercedes.

DUH continua a concentrarsi sui motori diesel Mercedes.

Image Alliance / dpa | Sebastian Julno

  • Uno studio legale americano ha assunto un esperto di software per ispezionare una Mercedes Classe E con un motore diesel Euro 6. Ha notato otto dispositivi vandalici precedentemente sconosciuti.
  • Secondo DUH, questi ridurranno il sistema di scarico del convertitore catalitico dell’SCR, con conseguenti emissioni di NOx molto più elevate.
  • Daimler ritiene che i parametri descritti siano già noti e non debbano essere valutati come sezionatori non consentiti.

Deutsche Umwelthilfe (DUH) vede nuove prove del coinvolgimento della casa automobilistica Daimler nello scandalo del diesel. In un rapporto commissionato da uno studio legale statunitense, l’esperto di software automobilistico Felix Domky ha documentato “un totale di otto dispositivi di manipolazione precedentemente sconosciuti in una Mercedes-Benz Classe E con diesel Euro 6”, ha riferito DUH giovedì.

“Con i cosiddetti dispositivi di manipolazione, che sono chiaramente illegali secondo Umwelthilfe, l’efficace pulizia dei gas di scarico è ridotta dal convertitore catalitico integrato nell’SCR”. Di conseguenza, le emissioni di NOx sulla strada sono molto superiori al valore limite stabilito dalla legge.

Daimler non vede il sistema come un dispositivo di manipolazione

D’altra parte, un portavoce di Daimler ha annunciato che gli “standard descritti” sono già noti. “A nostro avviso, nell’interazione e nel contesto generale di un sistema di controllo delle emissioni altamente complesso, questi dispositivi non dovrebbero essere valutati come dispositivi di arresto non consentiti”. Deutsche Umwelthilfe presenterà il rapporto, maggiori dettagli e possibili conseguenze venerdì in una conferenza stampa.

Secondo DUH, Domke è un esperto di software di controllo del motore e ha già lavorato come esperto per l’autorità federale tedesca per i trasporti automobilistici. “I dispositivi di disconnessione trovati sono attivi nelle comuni situazioni di guida su strada”, afferma l’annuncio. “Anche con la guida normale, almeno un dispositivo di spegnimento impedisce attivamente il miglioramento delle emissioni, anche se non è fisicamente necessario o per proteggere il motore”.

Jürgen Resch, amministratore delegato federale del DUH, ha accusato Daimler di “massimizzare i profitti a scapito dell’ambiente e della salute degli abitanti delle città” con il suo marchio Mercedes-Benz. eh // papà

READ  La vera storia di un cavallo da corsa straordinario

You May Also Like

About the Author: Jemma Romani

"Creatore. Piantagrane. Lettore. Nerd televisivo. Sostenitore orgoglioso della birra. Impossibile scrivere con i guantoni da boxe. Introverso. Praticante zombi certificato. Pensatore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *