Mercedes potrebbe rivalutare la sua controversa partnership

In vista del Gran Premio di Formula 1 in Arabia Saudita, la Mercedes ha annunciato la firma di un accordo di partnership con Kingspan, i cui loghi compaiono sulla W12 guidata da Lewis Hamilton e Valtteri Bottas. Tuttavia, le polemiche sono rapidamente aumentate da quando questa società di costruzioni è stata coinvolta nell’incendio della Grenfell Tower, avvenuto a Londra nel 2017, a causa dell’uso di materiali che non soddisfacevano gli standard ignifughi. Settantadue persone hanno perso la vita.

La United Grenfell Victims Association ha protestato vigorosamente nelle ore successive all’annuncio, così come alcuni membri del governo britannico, tra cui Michael Gove, Segretario di Stato per le pari opportunità, l’alloggio e le comunità, che ha persino menzionato la possibilità di una legislazione sulla sponsorizzazione nello sport.

Posto al centro di polemiche da una serie di media d’oltremanica quando ha espresso il suo sostegno alle vittime della tragedia e non è stato in alcun modo responsabile degli accordi commerciali stipulati dalla Mercedes, Hamilton ha chiarito di non essere a conoscenza di questo contratto prima e ha suggerito che gli adesivi potrebbero non essere mantenuti. su W12.

Dopo aver indicato che incontrerà le famiglie e i parenti delle vittime su richiesta di Grenfell United, Toto Wolff da parte sua ha indicato questo sabato sera che la partnership sarà ora oggetto di discussione: “Ne abbiamo discusso anche con le persone importanti e comunicheremo con Kingspan per trovare la soluzione giusta. Dietro queste cose c’è un accordo contrattuale e vogliamo solo fare la cosa giusta con integrità. Ecco perché non Non voglio fare ulteriori commenti”.

In ogni caso, l’austriaco ha detto che l’esperienza degli ultimi giorni gli ha insegnato grandi lezioni e l’entità della reazione negativa all’affare Kingspan sembra aver colto di sorpresa lui e la sua squadra. “Ci sono sicuramente molte cose da togliere a me personalmente e alla squadra. Ma quello che voglio dire è che abbiamo avviato un dialogo con una parte della famiglia in lutto e la comunità dei sopravvissuti. La tragedia di Grenfell per una migliore comprensione ha causato dolore. E questo processo è solo all’inizio. Ma vogliamo un po’ di privacy durante questo processo. Stiamo esaminando la questione con urgenza. “

Quando gli è stato chiesto se si fosse pentito di aver fatto l’accordo e ora sa quali saranno le reazioni, Wolff ha risposto: “Cresciamo tutti e impariamo nelle nostre vite, e ovviamente questa è una posizione che mi renderà migliore in futuro. E la mia valutazione, il mio processo decisionale e … periodo. Tutto quello che posso dire. Inoltre mi mette in una brutta posizione. ” “

Leggi anche:

You May Also Like

About the Author: Silvia Tocci

"Esperto di musica professionista. Creatore. Studente. Appassionato di Twitter. Pioniere del caffè impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *