Metà della catena del lusso Selfridges va a Signa

La metà della catena britannica di grandi magazzini di lusso Selfridges andrà a Signa Group per l’investitore René Penko e Thai Central Group. Il proprietario canadese Weston ha annunciato la vendita di Selfridges Group, che comprende anche proprietà immobiliari, oltre all’attività dei grandi magazzini, a investitori che già possiedono numerosi negozi di lusso nelle principali città europee, ha annunciato ieri la società.

Secondo una fonte informata, il prezzo di acquisto si aggira intorno ai quattro miliardi di sterline (4,71 miliardi di euro). I nuovi proprietari hanno grandi progetti: insieme a Selfridges, verrà creata una piattaforma di negozi di lusso con grandi magazzini e negozi online. Il gruppo tedesco di grandi magazzini Galeria Karstadt Kaufhof appartiene già a Signa Holding Benko.

Fondato da Harry Gordon Selfridge all’inizio del secolo scorso, Selfridges ha sede nel cuore di Londra e il gruppo conta 25 negozi nelle principali città europee e in Canada, oltre a negozi online. La famiglia Weston ha acquisito Selfridges nel 2003 e in estate ha deciso di vendere e ha offerto la collezione per quattro miliardi di sterline.

Il conglomerato di grandi magazzini – e quindi anche il gruppo tedesco KaDeWe – sarà controllato da un contratto a Londra.

READ  SLAX Azioni Disney-Guggenheim più snelle di Investing.com

You May Also Like

About the Author: Jemma Romani

"Creatore. Piantagrane. Lettore. Nerd televisivo. Sostenitore orgoglioso della birra. Impossibile scrivere con i guantoni da boxe. Introverso. Praticante zombi certificato. Pensatore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *