‘Mi vomitano addosso’: quando Jean-Marie Beegard scrive il suo nome su Google

Digitando il suo nome su Google, Jean-Marie Bigard ha avuto la spiacevole sorpresa quando ha scoperto l’odio riversato contro di lui dai netizen.

Jean-Marie Bigard, in un video pubblicato venerdì mattina sul suo account Instagram, ha espresso il suo dolore dopo aver avvisato i suoi parenti degli insulti che aveva ricevuto online. Spiega di aver digitato il suo nome nella barra del motore di ricerca, aggiungendo i termini “autorizzazione sanitaria” o “vaccino” prima di cadere nella raffica di commenti pieni di odio.

“E poi ho visto il modo in cui stavo vomitando, in quale stronzo si era imbattuto”. Come un criminale”, si deplora il comico fin dai primi secondi del suo intervento.

Il comico 67enne era famoso per assumere sempre forte e chiaro la profondità dei suoi pensieri, poi ha proclamato che “sebbene sia meglio non dire nulla” come consigliato dall’amico Jean-Jacques Goldman, l’attore non può rimanere senza un reazione.

“Devo dirti la mia tristezza perché dico a me stesso, ma mio Dio, come posso passare da cavaliere generoso a traditore che restituisce la sua giacca per soldi, è esattamente quello che stanno dicendo in questo momento” si rammarica.

L’origine di questo odio per i netizen

Jean-Marie Bigard ha fatto arrabbiare alcuni netizen perché è stato costretto a cedere una tessera sanitaria per accogliere i suoi fan durante le sue esibizioni, mentre con veemenza contro di essa. Ma come ricorda: “Per chi se lo stesse ancora chiedendo, io sono contro la tessera sanitaria. Ma io sono come te o come te, ho una famiglia che voglio sfamare, quindi sono soffocato e costretto ad accettarlo perché noi non far rispettare questo pass sanitario.”

Inoltre, non più tardi di tre giorni dopo, il padre di Sasha, Bella e Jules, brontolava ancora per l’uso forzato di una maschera e lamentava la “violazione” della libertà dei francesi. Così ha deciso di rinunciare a questo impegno durante le sue esibizioni.

Ma nonostante la sua posizione, ciò non ha impedito ai suoi critici di rispondere. Jean-Marie Bigard non si aspettava che così tante persone sputassero il loro odio nascosto dietro i loro schermi, incolpandolo per le sue recenti decisioni prese contro la sua volontà. Dice di essere “sgomento per tutta questa bruttezza sul suo corpo, tutti i media che lo disprezzano”. Il marito di Lola Marua si considera una “bestia che uccide” e dice che non lo merita. È sempre molto trasparente nelle sue reazioni, anche ammettendo che “voleva piangere”.

READ  Irragionevolezza trasformata in lamiera: Brabus G 900 Rocket - una forza della natura

You May Also Like

About the Author: Jemma Romani

"Creatore. Piantagrane. Lettore. Nerd televisivo. Sostenitore orgoglioso della birra. Impossibile scrivere con i guantoni da boxe. Introverso. Praticante zombi certificato. Pensatore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *