Muller con 50 gol: il Bayern Monaco spacca un po’ il Barcellona

Muller con 50 CL colpi
Il Bayern disintegra un po’ il Barcellona

Un tempo era il gioco più importante, oggi è una cosa certa: l’FC Barcelona nel suo stato attuale non è una sfida per il Bayern Monaco. La squadra di Monaco ha vinto anche la sesta partita della fase a gironi della Champions League, suggellando così l’uscita dei catalani dalla Coppa dei Campioni.

Guidato da Thomas Muller, capocannoniere dell’anniversario, il Bayern ha completato la fase a gironi con sei vittorie, cementando così le proprie ambizioni di conquistare il titolo di Champions League. Nella cupa atmosfera del gioco dei fantasmi, Monaco ha umiliato nuovamente il glorioso Barcellona 3-0 (2-0). Muller, con il suo 50esimo gol nella prima divisione del calcio in Europa (34esimo minuto), Leroy Sane (43) – con l’aiuto di un errore del portiere nazionale Marc-Andre ter Stegen – e Jamal Musila (62) hanno assicurato la terza rete del Bayern vittoria di fila sul Barcellona. Il Bayern aveva vinto 3-0 all’andata e celebrato il leggendario torneo 8-2 nella finale di Lisbona, prima di vincere la Champions League 2020.

“Abbiamo giocato bene, ma non tutto è stato perfetto – ha detto Muller a DAZN -. Avremmo potuto fare di più. 50 gol in Champions League significano qualcosa per me. Certo che è fantastico, ma non dovrebbe essere ancora la fine”. fase a gironi per la prima volta in 21 anni, il Bayern Monaco attende con ansia il sorteggio per gli ottavi di finale di lunedì. Ci sono, tuttavia, squadre di spicco come i campioni in carica dell’FC Chelsea o il gruppo stellare del Paris Saint-Germain che minacciano di contendersi il secondo posto del gruppo. Nel nuovo anno saranno possibili anche partite a eliminazione diretta contro calibri più leggeri come lo Sporting Lisbona.

Essendo solo la seconda squadra dopo il Real Madrid, la squadra di Monaco è riuscita a eseguire un turno preliminare impeccabile per la seconda volta e la squadra di Monaco è ora imbattuta da 28 partite di fila del girone. In un clima freddo e umido con nevicate leggere e temperature intorno al punto di congelamento, piuttosto che applausi o applausi, gli ordini dei giocatori risuonavano intorno al megafono Thomas Muller o all’allenatore Julian Nagelsmann nell’arena vuota. Lì, la squadra catalana in difficoltà finanziariamente e atleticamente ha cercato una via d’uscita – a causa del rapido impulso del loro diretto rivale Benfica Lisbona, la squadra, ora allenata dalla leggenda del club Xavi, non aveva altra scelta.

Ter Stegen ha fallito contro Sane

La squadra di Monaco inizialmente ha avuto problemi a mostrare il suo solito dominio. A centrocampo, sono scomparse le qualità strategiche di Joshua Kimmich, la cui quarantena è terminata dopo essere stato contagiato da Corona giovedì sera, come ha detto il direttore sportivo del Bayern Monaco Hasan Salihamidzic sul servizio di trasmissione in diretta DAZN prima del calcio d’inizio. Kimmich deve essere accuratamente restituito alla squadra.

A partire dal centrocampo difensivo, in difesa Niclas Soleil era lì dopo essere sopravvissuto all’infezione da Corona – e inizialmente aveva molto da fare, soprattutto quando l’ex giocatore del Dortmund Ousmane Dembele si è spostato in avanti sul lato sinistro. Tuttavia, nel bel mezzo della tempesta, mancava lo sbocco, come Lionel Messi o Luis Suarez. Dembele tira sopra la porta da buona posizione (21).

A poco a poco, il Bayern Monaco ha trovato il modo di superare il pericolo sotto porta. Dopo un contropiede avviato da Sani, Muller ha cercato un passaggio di Robert Lewandowski, ma il portiere nazionale Ter Stegen era ancora sulla palla con la mano e ha frustrato il vantaggio del Bayern Monaco (28). Muller preoccupato per il suo ottavo gol contro il Barcellona. Dopo un buon lavoro di preparazione di Lewandowski, il colpo di testa del veterano è volato dietro la linea, con Ronald Araujo che è arrivato troppo tardi. Un po’ più tardi, Ter Stegen fa svolazzare in rete un tiro dalla lunga distanza, massiccio ma resistente, di Sané.

Subito dopo il secondo tempo, il nazionale ha assegnato il punteggio sicuro 3-0 (48) contro un Barcellona che non poteva più essere paragonato alle squadre del picco precedente. Dopo un passaggio di ritorno di Alphonso Davies, Musiyala ha chiarito tutto. Il tentativo di Sane di servire il libero Lewandowski con un contropiede non ha avuto successo (classificato 70). Quindi, ha annunciato, Nagelsmann ha dato ad alcuni giocatori di secondo livello una possibilità per questo punteggio.

READ  UFC: Robert Whittaker Bizwing Kelvin Gastelum

You May Also Like

About the Author: Silvia Tocci

"Esperto di musica professionista. Creatore. Studente. Appassionato di Twitter. Pioniere del caffè impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *