Nell’Ucraina orientale, crescono le preoccupazioni per il nuovo gioco di potere russo

Avdievka, Ucraina – Arthur Volodimrovich ha abbassato la testa mentre camminava lungo il fondo di una trincea la scorsa settimana, sperando di evitare il fuoco dei cecchini da parte dei separatisti sostenuti dalla Russia stanziati a meno di 900 piedi di distanza.

È stato posizionato qui come soldato nelle forze armate ucraine per cinque mesi – le trincee per molto più tempo.

Semplici regole di ingaggio.

Quando ci attaccano con il fuoco, rispondiamo con il fuoco. “Ucraina o morte”, scritto sulla toppa della manica nella sua unità, era inciso su un teschio, ha detto il signor Volodyrovic. Disse: “Non vedo presto la fine di questa guerra”.

Sette anni faNelle regioni dell’Ucraina di Donetsk e Luhansk, i separatisti filo-russi hanno dichiarato la loro indipendenza, con il sostegno e l’armamento di Mosca, che ha anche Hanno catturato la Crimea.

Arthur Volodymyrovich è di stanza ad Avdiivka, città in prima linea nel conflitto tra forze governative e separatisti filo-russi, per un periodo di cinque mesi.

da allora, Il cessate il fuoco è stato firmato Rifrazione e uccisione di più di 14.000 persone. La Russia si è mossa Forze in patria e all’estero La regione di confine, l’ultima di questo mese. I colloqui di pace si sono arenati. Nei giorni scorsi il presidente russo

Il presidente russo Vladimir Putin

E la sua controparte ucraina, Volodymyr Zelensky, ha espresso la volontà di incontrarsi, ma non erano d’accordo su luogo e ora.

Invece, il signor Volodymyrovic ei suoi colleghi si sono trovati in tensione mentre si intensificava l’unico conflitto armato attivo in Europa, minacciando di attirare gli Stati Uniti ei loro alleati, La Russia sta espandendo la sua influenza In tutta la regione mentre l’Ucraina cerca di costruire nuove alleanze con l’Occidente.

READ  L'ambasciata cinese twitta e cancella le vignette antisemite

“Questa è la prima tappa del ritorno all’Unione Sovietica 2.0”, ha detto in un’intervista Petro Poroshenko, presidente dell’Ucraina fino al 2019. Ecco perché c’è tutta questa aggressione, tutti questi attacchi militari. Tutte queste cose sono solo per il rinnovamento dell’Impero russo “.

“Non c’è spazio per una soluzione vantaggiosa per tutti”, ha detto Vladimir Frolov, un ex diplomatico russo di alto livello. “Qualcuno deve perdere.”

Lo dicono funzionari ucraini e analisti della sicurezza Recenti rinforzi delle forze russe vicino al confine Voleva fare pressione sul signor Zelensky e avvertirlo del suo obiettivo di entrare nella NATO. È stato anche progettato per testare il sostegno dell’amministrazione Biden all’Ucraina, che la Russia ha a lungo considerato parte della sua storica sfera di influenza, dicono.

I soldati passano davanti a edifici gravemente danneggiati nel lungo conflitto.

Equipaggiamento militare ucraino in un’ex miniera di carbone ad Avdiivka.


immagine:

Anastasia Vlasova per il Wall Street Journal

A Kiev, alcuni funzionari affermano che una pace duratura è fuori portata nel breve termine.

Il conflitto con la Russia continuerà per i prossimi dieci-quindici anni. “Non ci lasceranno soli”, ha detto Oleksiy Aristovich, consigliere per la sicurezza nazionale dell’amministrazione Zelenskyj.

Secondo l’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa, che monitora lo scontro, ad aprile ci sono state quasi 9.000 violazioni del cessate il fuoco, rispetto alle quasi 3.000 del mese precedente di quest’anno. L’Ucraina afferma che quest’anno più di 30 dei suoi soldati sono stati uccisi. Gli analisti militari stimano che ora ci siano 30.000 soldati in fila su ogni lato lungo la linea del fronte in Ucraina.

Funzionari occidentali stimano che la Russia abbia dispiegato separatamente circa 100.000 soldati al confine con l’Ucraina il mese scorso in quelle che Mosca ha descritto come esercitazioni in risposta alle attività della NATO vicino ai confini della Russia, incluso nel Mar Nero. La Russia ha detto che le esercitazioni erano terminate e che avrebbe ritirato alcune delle sue forze, ma il signor Zelensky ha avvertito le forze ucraine martedì che dovrebbero stare attenti.

Durante la sua visita ai siti ucraini vicino alla penisola di Crimea ha detto: “Il fatto che le forze si ritirino non significa che l’esercito non debba essere preparato al loro possibile ritorno”.

L’obiettivo a breve termine dell’Ucraina è quello di ridurre l’escalation dei combattimenti lungo la linea del fronte vicino ad Advvka e ad altri luoghi che sono stati oggetto di pesanti attacchi nelle ultime settimane. I colloqui sulla pace a lungo termine sono ancora in corso, sebbene il precedente incontro tra il signor Zelensky e il signor Putin, mediato da Francia e Germania nel 2019, non sia riuscito a produrre un risultato duraturo, e da allora le due parti hanno rafforzato le loro posizioni.

Ivan Balastrov vende manici di scopa a Zaitsev, a meno di 10 miglia dalla linea del fronte.

Negli ultimi anni, Mosca ha rilasciato più di 600.000 passaporti russi ai residenti di aree controllate dai separatisti, che insieme hanno all’incirca le stesse dimensioni del Connecticut. Un funzionario dell’intelligence ucraina ha affermato che la Russia ha anche iniziato a inviare più addestratori e attrezzature militari ai separatisti negli ultimi mesi, un’accusa che Mosca ha negato.

Il signor Zelensky, un ex comico televisivo era Eletto con la promessa di portare la pace nella regione, Ha chiesto una partecipazione più attiva degli Stati Uniti al processo di pace e la corsia preferenziale per entrare a far parte della NATO.

Si è anche mosso per frenare l’influenza dei politici filo-russi in Ucraina, tra cui Viktor Medvedchuk, un caro amico di Putin che ha visto chiudere tre delle sue stazioni televisive e congelare i suoi beni.

Ruslan Ivanovic, un soldato ucraino, dice che gli manca la sua famiglia ma che qualcuno deve guardare in prima linea.

Kiev vuole rivedere l’accordo di pace del 2015 che prevedeva di dare all’Ucraina maggiore autonomia alle aree ribelli, temendo che ciò avrebbe fornito alla Russia una testa di ponte permanente in Ucraina ed eliminerebbe le sue possibilità di aderire alla NATO.

Sottolineando il divario tra Kiev e Mosca, il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha dichiarato mercoledì che la Russia non accetterà gli sforzi di Zelensky per cambiare l’accordo.

Quando è stato eletto, “Zelenskyj non aveva alcuna esperienza politica pratica. All’inizio ha fallito con Putin, perché Putin sta approfittando della guerra”, ha detto Aristovich. “Adesso il periodo per gli occhiali rosa è finito. Zelenskyj non si fa più illusioni.”

In prima linea, i residenti sono abituati al flusso e al riflusso del conflitto. Molti mettono in dubbio le prospettive di pace.

Ivan Palastrov, che vende manici di scopa per un dollaro sul ciglio di una strada di buche a Zaitsev, un solido villaggio a meno di 10 miglia dalla linea del fronte, dice di essere abituato al rumore dei bombardamenti.

La tensione incombe sempre su di noi qui. “Vogliamo la pace, naturalmente, perché … siamo tutti fratelli.” “Ma chi può fare la pace? Joe Biden, puoi fare la pace?” Disse il signor Palastruff.

I soldati ucraini dicono di provare lo stesso.

Tetiana Hryhorevna, una cuoca militare, dice che sente spesso i colpi mentre prepara il cibo.

Il signor Volodymyrovic, che presta servizio nell’esercito dal 2007, ha detto che stare in trincea è diventata un’abitudine che “rende noioso tornare a casa”. Un tipico tour qui può durare otto mesi e, sebbene la maggior parte dei soldati siano soldati professionisti, alcuni sono anche coscritti.

Il suo collega, Ruslan Ivanovic, dice che il conflitto è ora più grande di sua figlia di 5 anni. “Mi manca la mia famiglia, ma qualcuno dovrebbe prestarci attenzione”, ha detto, indicando le linee opposte.

I soldati vivono in quella che una volta era una tentacolare miniera di carbone a Potovka. Una volta impiegava 1.500 persone in questa regione ricca di carbone. Ora è una reliquia della guerra, butterata dai fori dei proiettili. I resti dei loro telai in acciaio marciscono. Le mine antiuomo sono sparse sul terreno.

“Mentre cucino il porridge o la zuppa di borscht, sento spesso il martellamento”, ha detto Titiana Hryurievna, Operations Manager, mentre sfogliava una cucina improvvisata e una piccola dispensa contenente uova, sottaceti e carne in scatola.

Di ritorno nelle trincee fuori dalla miniera, il signor Ivanovic accese una sigaretta e fece scattare il fucile.

Ha detto: “Spero che la guerra finirà un giorno”. “Ma non riesco a pensare alla pace mentre mi sparano.”

Un’auto in fiamme vicino ad Avdiivka.

Scrivere a Georgy Kantchev all’indirizzo georgi.kantchev@wsj.com

Copyright © 2020 Dow Jones & Company, Inc. tutti i diritti sono salvati. 87990cbe856818d5eddac44c7b1cdeb8

You May Also Like

About the Author: Michele Monaldo

"Studente devoto. Nerd certificato di Internet. Fan dei social media. Esperto di cultura pop. Studioso di bacon impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *