Occhio di falco | “Hockey”, Second Avenger ottiene finalmente la sua serie: vale la pena guardarlo? | Recensione | Jeremy Renner | Hailey Steinfield | Tony Dalton | Disney + | Disney Plus | Marvel Studios | Salta – Invio

Secondo i criteri

Scopri di più

Per gran parte della storia del Marvel Cinematic Universe, l’arciere Clint Barton è stato in circolazione. Persone come Capitan America, Iron Man o Thor non sono al centro, ma come figura di riserva. Ma con l’espansione dei contenuti della casa madre Disney, ora ogni membro degli Avengers può intraprendere la propria avventura al cinema o in televisione. Questo è successo con il film “Black Widow” del 2021, ora”Hockey”; Lontano da Super Powers, la commedia d’azione che non interpreta solo l’eroe dell’arco e della freccia.

Per saperne di più: “Hockey”: la serie che ha portato a un cambio generazionale alla Marvel

La storia di Barton dopo “Avengers: EndCom” è “Hockey”, dove i suoi combattimenti gli causano la perdita dell’orecchio. Ma è anche la storia di Kate Bishop (Hailey Steinfield), una studentessa universitaria che è stata attaccata da questo eroe da bambina. R) Sì, L’equilibrio tra la nostalgia di questa serie e la sensazione che il futuro dell’Universo Marvel sia in costruzione come mai prima d’ora: Kate è giovane nella serie e nel film comico che è apparso per la prima volta nel 2005.

Come la precedente serie live che i Marvel Studios hanno lanciato all’inizio di quest’anno, “Hockey” brilla per le performance dei suoi attori principali; Jeremy Renner e Steinfield, che variano a seconda di quanto sia professionale e spensierato ma talentuoso lo sfidante. L’umorismo nasce da questa variazione, ma non solo da lì. In particolare, il personaggio di Steinfield è uno che muove la storia attraverso i suoi errori (che un giovane non li ha creati), ma con entusiasmo e coraggio.. Invece, il Barton di Renner è quello che reagisce di più.

READ  Chandel Lobby: Jean-Pierre Ayache, chi è il padre di sua figlia?

Di Barton sappiamo poco: ha una famiglia, è bravo con arco e frecce, ha fatto cose cattive. Offre l’opportunità di trasformare quest’uomo vile in ciò che vuole la sceneggiatura, di trasformarlo in uno degli ultimi rimorsi. La strada è tracciata: è un essere umano normale, è perseguitato dai guai.

Ma dove c’è umorismo ci sarà tragedia. Almeno secondo Renner (ci ha detto a una tavola rotonda con la stampa latinoamericana), non ha il dovere morale di guidare l’ascoltatore (non è detto esplicitamente, ma questa notizia è inclusa in questa serie) che ha affrontato il passato come Ronin che intimidiva i criminali di tutto il mondo. Ha fatto la differenza nella lotta contro i grandi nemici, tuttavia non tutti lo hanno preso in considerazione, il che è comprensibile quando sei una persona “normale” quando ci sono elementi soprannaturali nella tua squadra.

Un’altra caratteristica notevole della serie è Jack Duquesne, un uomo con un ambiente oscuro con protagonista il messicano Tony Dalton, che è intimidatorio quando è affascinante; Secondo la sua interpretazione del signore della droga Lalo Salamanca come “Better Call Saul”. Il suo vero obiettivo sarà chiaro nei prossimi capitoli. Per ora, i cattivi sono i Divers Mafia, criminali con un accento dell’Europa orientale, che interpretano il ruolo di nemici usa e getta che sono stati presi a pugni come se fossero mostri ai loro tempi. Il loro comportamento collettivo è divertente.

Il rovescio della medaglia è che la serie tende troppo alla coincidenza per portare avanti la storia. Se hai due protagonisti diversi, devono fare i conti con un nemico comune, ma interrompono la credibilità dello spettatore. C’è un altro aspetto negativo dell’adattamento: visivamente, la serie prende molto dalla commedia creata da Matt Fraction e David Aja, che non è solo una grande storia d’avventura, ma spinge anche il linguaggio dei fumetti fuori dai limiti. Questa serie non fa nulla con il suo supporto visivo.

Un esempio del fumetto “hockey” che ha avuto un impatto in questa serie.

READ  Raccolta di notizie dispari: l'allevatore di pollame piange male mentre il carro armato italiano esplode; L'ondata di immigrazione di Hong Kong sta colpendo i coloni politici e molti altri

“Hockey” è una brezza rinfrescante per una Marvel televisiva incline al dramma. Gli interi diritti sono stati contrassegnati dall’umorismo, ma è stato portato al livello successivo su “Hockey” (grazie al produttore esecutivo Rice Thomas, che ha lavorato su “Saturday Night Live”). In parte, perché è una serie ambientata intorno al Natale, ha tutto ciò a cui si riferisce. Non è brillante, non sorprende, ma offre.

Qualificazione

3,5 stelle su 5

Arrivederci anche a te

Salta introduzione: trailer "Hockey".  (Fonte: Marvel)
Salta l’introduzione: trailer di “Hawkie”. (Fonte: Marvel)

Questo potrebbe interessarti

You May Also Like

About the Author: Leonzio Vecoli

"Esperto di musica professionista. Creatore. Studente. Appassionato di Twitter. Pioniere del caffè impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *