Orelsan non è rimasto molto colpito dai complimenti di Macron per il suo nuovo album

Musica: è difficile non notare la bomba Civiltà Il quarto e ultimo album di Orelsan. Il suo titolo di punta odore di benzina, non lascia indifferenza, tra le critiche degli estremisti, all’autorità in un luogo e alla società in generale. Anche Emmanuel Macron, sentendosi preso di mira da queste parole, ha reagito al capolavoro.

secondo lanciareIn effetti, il presidente ha ritenuto che il lavoro analitico del rapper derivasse dalla sociologia: “È abbastanza ben visibile. È ancora qualcuno che ritrae la società come un sociologo”.

Il rapper è stato invitato sul sito web del Daily, il capo dello stato ha risposto a questa dichiarazione. Lungi dall’apparire ammirevole, Orelsan si è divertito, chiedendo: “Macron non sta cercando di graffiare il mio rumore?”. “Immagino che non avrebbe dovuto ascoltare l’intero album”, continua.

L’odore della benzina fornisce infatti una valutazione molto dura del panorama politico. “Se il presidente vince metà dei voti, è perché i due terzi della Francia non hanno voluto”, si sente in particolare. o “Il gioco è finito, tutti i nostri leader hanno fallito e il mostro che hanno creato li distruggerà”.

Critici per i quali Emmanuel Macron ovviamente non avrebbe dovuto prenderlo sul serio… se avesse davvero ascoltato le parole fino alla fine. Io ho lanciare, l’Eliseo assicura che il presidente tenga regolarmente il polso della società con diversi artisti, come nel caso del film i Miserabili di Ladj Ly nel 2019. Il lungometraggio lo ha portato a chiedere al governo idee per migliorare la vita nelle periferie. vediamo cosa civiltà Puoi ispirarlo oggi.

Vedi anche su The HuffPost: Orelsan è stato fotografato da suo fratello in una serie di documentari su Amazon Prime Video

You May Also Like

About the Author: Luigia Di Traglia

"Studente devoto. Nerd certificato di Internet. Fan dei social media. Esperto di cultura pop. Studioso di bacon impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *