Per il LOSC, sconfitto dal Porto: stessi problemi, stessi risultati

È stata indubbiamente la più grande opposizione in preparazione e il Lille, sebbene abbia realizzato un primo periodo coerente, alla fine ha perso contro un Porto più realistico che non ha concesso molto.

Lo deve in gran parte al suo portiere Diogo Costa, che ha letto bene le buone palle profonde dei nordisti e ha rotto tutte le belle mosse iniziate dal LOSC in questo modo.

Reinildo sopraffatto

Avere un grande portiere gioca molto. Il Lille ne sa qualcosa, e non ho percepito alcun sostituto per Minyan, partito per il Milan. Jardim non era immeritevole, anche se il suo gioco di calci poteva ancora essere migliorato. A sbagliare per primi sono stati anche i suoi compagni, come Reinildo, che ha scavalcato il suo lato sinistro e che ha permesso al centrocampo di trovare Tony Martinez.

Jardim è tornato il secondo tempo dalla distanza più ravvicinata che poteva, ma Bruno Costa è uscito per finire (1-0, 54). E nel secondo gol, Pied è stato colto a lato e ha lasciato la difesa di Lil Andrade a prenderlo a pugni, e poi ha “tirato” Jardim (2-0, 77).

Araujo tocca il legno (di nuovo)

Alla fine è costoso visti i contenuti offerti, ma è una penalità a livello di Champions League. In quest’ultima partita preparatoria, Jocelyn Jorvenick ha apportato piccole modifiche. Se più giocatori hanno bisogno di respirare, il tecnico del Lille non vuole dare fastidio a tutto. Un giocatore per riga. Pradrick a Reinildo, Zika Liazicchi e Willmaz a Icone. Poi sette cambi a fine primo tempo.

Se, contro il Benfica, era necessario attendere la revoca della squalifica dall’incontro, il Porto ha subito incalzato il mastino che aveva tardato a creare un muro. Ciò non ha impedito loro di ottenere la loro prima grande occasione con un prodigio da un rotolo di Araujo che ha fracassato a titolo definitivo l’asta dell’imbattuto Diogo Costa (12).

READ  Puoi anche vincere la medaglia d'oro - BZ Berlin

Contro il Benfica, il brasiliano ha sprecato solo pochi centimetri per segnare. Più pressante anche il Porto, che approfitta delle difficoltà del Lille a tirare fuori il pallone. Ma niente di veramente complicato per Jardim, che ha visto alcuni tentativi mancare o arrivare a stento tra le sue braccia.

Ora è il momento del Paris Saint-Germain

A poco a poco, l’influenza del nord si è fatta sempre più evidente e gli attaccanti del Porto non riuscivano più a vedere la palla, ma al Lille mancava anche un po’ di precisione per spingere i loro attacchi e trovare Yilmaz e David, che non avevano molto da mangiare .

Diversi cambi hanno permesso a Fonte e Sanches di giocare i primi minuti, ma anche il LOSC ha perso la sua forza complessiva. C’è ancora del lavoro da fare. e previsti rinforzi. Jocelyn Jorvink ha particolarmente lamentato l’imprecisione nell’introduzione: Il risultato è duro e dobbiamo andare avanti nel primo tempo. Dobbiamo adattarci. Ci manca un po’ di precisione negli ultimi 20 metri, mentre ci prepariamo bene. »

Il LOSC ha ora una settimana per aggiustare le scene della Coppa dei Campioni, che spera di battere per la prima volta nella sua storia, domenica, contro il Paris Saint-Germain.

Porto-Lille: 2-0 (0-0)

Ma: Bruno Costa (54 punti), Andrade (77 punti).

Ammonizioni per Portistas Manava (72), Andrade (90), Barrow (92); A Lille Gallo (16°), Yilmaz (45°), Sanchez (48°).

notte (primo periodo): giardino; Selleck, Dagalo, Putman, Pradrick; Araujo, Andre; Zika, Pampa; David, Yilmaz.

Lille (secondo periodo): Jardim; piede, ghisa, putman, rinildo; Araujo (Lihadji, 77), Sanches, Yazici, Bamba (Gomes, 77); Aconia, oh.

READ  Introduzione a King Richard: Will Smith interpreta il padre di Venus e Serena Williams

You May Also Like

About the Author: Silvia Tocci

"Esperto di musica professionista. Creatore. Studente. Appassionato di Twitter. Pioniere del caffè impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *