Perché gli NRI sono ottimisti sul nuovo “visto verde” degli Emirati Arabi Uniti

Gli Emirati Arabi Uniti hanno annunciato un nuovo schema di “visti verdi” che consente agli stranieri di lavorare nel Paese senza la necessità di sponsorizzazione del datore di lavoro. I funzionari hanno affermato che i titolari del nuovo visto verde potranno lavorare senza la sponsorizzazione dell’azienda e potranno prendersi cura dei propri genitori e figli fino all’età di 25 anni.

Lo scorso fine settimana, gli Emirati Arabi Uniti hanno annunciato un nuovo schema di “visto verde” che consentirebbe agli stranieri di lavorare nel paese senza la necessità della sponsorizzazione del datore di lavoro. Finora agli stranieri negli emirati ricchi di petrolio sono stati generalmente concessi visti di lavoro limitati, con estrema difficoltà nell’ottenere una residenza a lungo termine. Il nuovo visto alleggerisce i requisiti di residenza nel tentativo di stimolare la crescita economica. I funzionari hanno affermato che i titolari del nuovo visto verde potranno lavorare senza la sponsorizzazione dell’azienda e potranno prendersi cura dei propri genitori e figli fino all’età di 25 anni.
“È incoraggiante vedere che la leadership degli Emirati Arabi Uniti ha deciso di celebrare il giubileo d’oro del paese attraverso una serie di iniziative future che definiscono la tabella di marcia per i prossimi 50 anni. I nuovi progetti hanno il potenziale per trasformare l’economia e guidare la crescita nel paese “, ha affermato il dott. Shamsheer Vayalil, un imprenditore. NRI e presidente e amministratore delegato dei servizi sanitari degli Emirati Arabi Uniti, le riforme della residenza, incluso il lancio del visto verde, avranno un enorme impatto sull’attrazione e sulla conservazione di talenti eccezionali in tutti i settori, in particolare il gruppo sanitario VPS Healthcare.
Yusuf Ali Ma, presidente e amministratore delegato del gigante del commercio al dettaglio con sede ad Abu Dhabi Lulu Group, ritiene inoltre che il visto verde sia tra alcune delle iniziative degne di nota lanciate dalla leadership degli Emirati Arabi Uniti per attrarre, coltivare e trattenere investitori, imprenditori, professionisti ed esperti . L’idea è quella di rendere gli Emirati Arabi Uniti l’hub globale per risorse umane di talento e influenti e allontanarsi dall’essere solo un’economia guidata dal petrolio. L’attenzione è sempre più rivolta all’intelligenza artificiale, alla codifica, alla ricerca spaziale e all’eccellenza accademica. ”
Gli Emirati Arabi Uniti hanno già un sistema di visti d’oro, lanciato nel 2019, rilasciato per un periodo di 5 o 10 anni e offerto a persone con un patrimonio netto elevato, che portano investimenti significativi negli Emirati Arabi Uniti, come opportunità di vivere nel paese senza dover rinnovare il visto ad ogni Generale e senza bisogno di uno sponsor. “Con il Golden Visa Scheme, la leadership del paese ha già accolto calorosamente professionisti medici esperti. Le nuove riforme continueranno a coinvolgere tutti i tipi di dipendenti qualificati che rappresentano risorse inestimabili per rafforzare il settore sanitario. Queste iniziative forniranno anche la spinta necessaria per operatori sanitari per migliorare il loro accesso Rafforzare il capitale umano del paese è un passo nella giusta direzione per il progresso della nazione. Il dott. Vayalil ha affermato che tali progetti promuoveranno un futuro sostenibile e apriranno una nuova era di crescita nel paese.
Il visto verde si rivolge a individui altamente qualificati, investitori, imprenditori e imprenditori, nonché a studenti e laureati eccezionali, secondo il ministro di Stato degli Emirati Arabi Uniti per il commercio estero Thani Al Zeyoudi.
“Questo è un altro passo molto progressivo da parte degli Emirati Arabi Uniti per attirare il giusto pool di talenti per la sua economia già in forte espansione. Il fatto che i titolari di visto verde possano sponsorizzare i propri figli fino all’età di 25 anni e possono rimanere nel paese per 180 giorni dopo aver perso un lavoro, farà molto per aggiungere un senso di permanenza.Negli Emirati Arabi Uniti per i titolari di visto, afferma Chivas Rai, CEO di Migrate World India, una società con sede a Dubai che aiuta gli indiani a ottenere la cittadinanza e la residenza permanente attraverso il percorso degli investitori. Ritiene che gli Emirati Arabi Uniti stiano facendo grandi passi avanti nel plasmare le proprie risorse umane, una mossa che integra il suo rapido sviluppo economico.
Gli stranieri costituiscono il 90% dei 10 milioni di persone negli Emirati Arabi Uniti, la seconda economia del mondo arabo dopo la vicina Arabia Saudita.

You May Also Like

About the Author: Michele Monaldo

"Studente devoto. Nerd certificato di Internet. Fan dei social media. Esperto di cultura pop. Studioso di bacon impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *