Qualificazioni LM: Sconfitte emozionanti per i vincitori di Legia e AS Monaco

  • Le qualificazioni alla UEFA Champions League sono entrate nella fase finale. Martedì abbiamo visto tre partite. I vincitori giocheranno due partite nel torneo per club più importante d’Europa in autunno
  • Il Red Bull Salzburg ha battuto il Brondby grazie ai gol di due giovanissimi. Il primo di loro ha iniziato ad alzare la voce la scorsa stagione, compreso l’inizio delle partite di campionato in modo entusiasmante
  • Il Monaco, salito sul podio in Ligue 1 la scorsa stagione, non è riuscito a raggiungere lo Shakhtar Donetsk. Il gol degli ucraini è stato segnato dal brasiliano e lo ha fatto nello stile del suo connazionale Neymar
  • La Dinamo Zagabria, che ha eliminato il Legia dalla partita, ha perso drammaticamente contro Sharif Tiraspol. Il club moldavo è a un passo dalla sua prima apparizione all’LM
  • Altri testi simili possono essere trovati sulla pagina principale di Onet.pl

I ragazzi hanno vinto la Red Bull

Tutte le partite si giocano alle 21:00. Il Red Bull Salzburg ha affrontato il danese Brondby Award e gli austriaci sono stati i favoriti per la vittoria. Contrariamente a simili aspettative, l’incontro guidato dal giudice Shimon Marciniak è iniziato con un rapido colpo alle accuse di Nils Frederiksen. Al quarto minuto Mikael Ori apre le marcature ed è l’austriaco a dover inseguire il punteggio.

Sono scesi nello spogliatoio come una squadra perdente, ma l’allenatore Matthias Geisel sapeva come colpire i giocatori … e quale allocare per la partita. Al 56′, Karim Adeyemi – 19enne che in precedenza ha morso i suoi avversari cinque volte in quattro partite nell’attuale stagione di campionato – ha pareggiato. Abbiamo guardato il sentimento fino alla fine e al 90′ il punteggio è stato deciso da Brenden Aaronson, che è stato introdotto nell’intervallo. Un altro giovane – l’americano di 20 anni.

READ  Il cielo sta sganciando la bomba DAZN - è una novità ora!

Red Bull Salisburgo – Bronby 2:1 (0:1)

È venuto dal Benfica per una fortuna, che ha avvicinato lo Shakhtar a LM

Nella partita successiva contro il Monaco, terza miglior squadra della scorsa stagione, la Ligue 1, ha giocato in casa lo Shakhtar Donetsk. Un marchio riconosciuto, ma non per metterlo alla pari con la squadra più efficace del campione francese, Kevin Volland e Wissam Ben Yedder corse in attacco. La squadra tedesca e francese hanno segnato insieme 36 gol nell’ultimo campionato, ma sono stati impotenti contro la difesa della squadra ucraina. L’ultimo – il capitano – è stato allontanato dal campo al 67′.

Che dire di Pedrinho, esterno dello Shakhtar. A giugno, il brasiliano è diventato il campione del secondo trasferimento più costoso nella storia del club e il Benfica ha raccolto per lui 18 milioni di euro. Nella prima partita contro il Monaco, il 23enne ha dimostrato che i soldi spesi per lui possono presto ripagare. Al 19′, ha giocato la palla molto velocemente con i suoi compagni di squadra, poi è caduto in area di rigore nello stile di Neymar, e ha superato tre difensori, ha superato intelligentemente il quarto e il portiere e ha mandato la palla in rete. I francesi non potevano fare altro e, nonostante il vantaggio decisivo nel creare il movimento, i vinti lasciavano il campo.

Monaco – Shakhtar Donetsk 0:1 (0:1)

Hanno buttato in mare Legia, sono già a una gamba di distanza da LM

Nella terza partita, lo sceriffo Tiraspol doveva combattere il più forte Dinam Zagabria sulla carta. I croati nel terzo turno delle qualificazioni LM sono stati migliori del Legia Varsavia, e dopo un pareggio all’andata, hanno vinto dopo un gol veloce nel ritorno. I giocatori di Damir Krznar erano anche i favoriti della squadra moldava, ma hanno fatto scalpore e sono già una gamba e quattro dita una gamba e quattro dita l’una dall’altra in Champions League.

READ  Scozzesi cool di Chic e Czech

Il gol nello spogliatoio è stato segnato da Adama Traore al 45′.Nove minuti dell’inizio della seconda metà della partita, Demetrius Kolovos ha colpito una superba bomba volante e la distruzione è stata completata dieci minuti prima della fine del primo gol. I moldavi erano più veloci e più forti dei loro concorrenti, ed erano bravissimi a usare lanci lunghi. Se non perderanno la concentrazione nella rivincita in Croazia, potranno spaventarli con la loro efficienza e fiducia in Champions League.

Sherif Tiraspol – Dinamo Zagabria 3:0 (1:0)

You May Also Like

About the Author: Silvia Tocci

"Esperto di musica professionista. Creatore. Studente. Appassionato di Twitter. Pioniere del caffè impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *