Queste misteriose strutture in pietra in Arabia Saudita sono più antiche delle piramidi

I ricercatori affermano che le migliaia di antiche strutture costruite con pareti rocciose in Arabia Saudita sono più antiche delle piramidi d’Egitto e degli antichi cerchi di pietre in Gran Bretagna, rendendole forse il più antico paesaggio rituale mai identificato.

Uno studio pubblicato giovedì sulla rivista Antiquity mostra che le misteriose strutture sparse nel deserto dell’Arabia Saudita nordoccidentale – chiamate “mustatils” dalla parola araba “rettangolo” – hanno circa 7.000 anni. Questo è molto più antico del previsto, circa 2000 anni più vecchio di Stonehenge in Inghilterra o della più antica piramide egizia.

“Pensiamo che siano paesaggi enormi”, ha detto Melissa Kennedy, archeologa dell’Università dell’Australia occidentale a Perth e autrice dello studio. “Stiamo parlando di più di 1.000 bevitori. Queste cose si trovano su 200.000 chilometri quadrati [77,000 square miles], E sono tutti molto simili nella forma … quindi potrebbe essere la stessa credenza o comprensione rituale. “

La “testa” della statua è costituita da un muro più grande delle pietre e contiene una piccola nicchia o stanza; I ricercatori hanno trovato ossa di animali in almeno una delle stanze, indicando che erano usate per fare offerte di animali.AAKSA e la Commissione reale per il governatorato / antichità di Al-Ula

L’autore principale Hugh Thomas, un archeologo della stessa università, ha detto: “Deve esserci stato un ottimo livello di comunicazione in un’area molto vasta, perché il modo in cui è stato costruito è stato comunicato alle persone”.

La ricerca è finanziata dalla Commissione reale per il governatorato di Al-Ula, istituita dal governo dell’Arabia Saudita per preservare il patrimonio della regione di Al-Ula, nel nord-ovest del Paese, dove sono presenti molti baffi.

READ  Si ritiene che il sottomarino perso dall'Indonesia al largo di Bali abbia esaurito l'ossigeno

Alcune delle antiche strutture sono alte oltre 1.500 piedi, ma relativamente strette, spesso raggruppate insieme. Di solito sono costruiti su fondamenta rocciose, spesso su affioramenti rocciosi nel deserto, ma anche in montagna e in aree relativamente basse.

I baffi più semplici sono realizzati impilando rocce in muri bassi alti pochi piedi per formare rettangoli alti, con un muro “verticale” più spesso all’estremità superiore e uno stretto ingresso sull’altro lato. I ricercatori ritengono che potrebbe essere stato costruito per guidare una processione da un’estremità all’altra. Ma hanno anche trovato molti baffi che erano più complessi di quanto pensassero inizialmente e contenevano pilastri, pietre erette e “celle” più piccole delle pareti rocciose. Kennedy e Thomas stimano che uno dei rettangoli che hanno esaminato sia stato costruito trasportando più di 12.000 tonnellate di pietra di basalto, un compito arduo che deve aver richiesto decine di mesi per essere completato.

You May Also Like

About the Author: Michele Monaldo

"Studente devoto. Nerd certificato di Internet. Fan dei social media. Esperto di cultura pop. Studioso di bacon impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *