Questi sono i candidati per ‘Picture of the Year’.

Amburgo I consumatori possono votare di nuovo per il Mock Pack di quest’anno. Il Centro consumatori di Amburgo ha nominato cinque candidati che sono diventati significativamente più costosi nell’ultimo anno a causa di “cambiamenti particolarmente complessi nei volumi di riempimento”. Il menu comprende Nestlé Kit Kat, biscotti di Bahlsen e Grayson de Beauquier e salse di Knorr e Houmann. Il voto online continua fino al 24 gennaio.

Barrette Kitkat: fai quattro su cinque

I sostenitori dei consumatori accusano Nestlé di aver confezionato quattro barrette Kit Kat in una confezione esterna invece delle cinque come prima. Ciò significa che le barrette di cioccolato saranno “segrete” del 25 percento più costose allo stesso prezzo di 1,99 euro. L’Associazione dei consumatori ha criticato che “il gruppo sa che questo trucco funziona bene e ha già utilizzato questo trucco molte volte nell’industria dolciaria”.

I cinque candidati a prezzo negativo sono stati effettivamente selezionati come “pacchetto del mese falso” l’anno scorso. Nestlé ha sostenuto a marzo di aver risposto all’aumento dei costi negli ultimi anni con un adeguamento.

“Perpetum”: nuovo design, packaging più curato, meno biscotti

I consumatori di Bahlsen e Griesson-de Beukelaer richiedono un ottimo confezionamento delle lastre di wafer. Per la varietà “Perpetum” di Bahlsen, il produttore ha ideato un nome diverso e un design “elegante” per la confezione, ma la scatola contiene solo 97 grammi invece di 130 grammi allo stesso prezzo. I biscotti erano chiamati “Africa”. Bahlsen ha annunciato a giugno che non sarebbe stata in grado di produrre cialde economicamente senza un aumento dei prezzi.

“Wurzener Waffelblätchen”: la confezione esterna viene ingrandita

Quindi, Griesson-de Beukelaer ha quasi raddoppiato le dimensioni dell’imballaggio esterno per i “fogli di wafer Wurzener”, ma la quantità non è cambiata molto. Invece di 100 grammi per 99 centesimi, l’azienda ora vende 103 grammi per 1,29 euro. I dolci sono diventati il ​​27 percento più costosi. Il produttore non ha commentato le modifiche su richiesta del Consumer Advice Center.

READ  Spiegazione dei golosi: cosa è successo e cosa aspettarsi dalla stagione 2

“Salsa alla paprika” di Homann: aumento del prezzo dell’88%

Nel caso della “salsa alla paprika” di Houmann, i sostenitori dei consumatori lamentano un aumento del prezzo dell’88 per cento: invece di 500 ml a 99 centesimi, 400 ml sono ora 1,49 euro. Inoltre, il produttore ha “migliorato” la ricetta aggiungendo molto più zucchero. Homann appartiene al gruppo Theo Müller e ha rifiutato di commentare il Consumer Advice Center. Quando si tratta di richieste di prodotti, l’azienda si limita al “dialogo diretto con i nostri utenti finali”.

Salsa alla panna Knorr: meno bottiglie, prezzo simile

Con Knorr “Cream Sauce”, ora ci sono solo due confezioni di salsa pronta all’uso per confezione unitaria – lo stesso prezzo che di solito è di € 1,19 nei negozi. Il costo aggiuntivo è fino al 50 percento in più. Il gruppo Unilever, a cui Knorr appartiene, ora chiama la salsa una “variante di salsa”, anche se la ricetta è identica, ha spiegato l’Hamburg Consumer Center. Unilever ha annunciato a novembre che avrebbe risposto “ai mutevoli desideri dei consumatori” con il cambiamento.

“Di volta in volta, i cambiamenti ben mascherati nelle quantità di imballaggio sono i mezzi preferiti per implementare aumenti di prezzo a volte elevati”, ha spiegato Armin Vallet dell’Hamburg Consumer Center. “Funziona bene perché i rivenditori, che sono gli unici a stabilire i prezzi di vendita, sono coinvolti e i politici lasciano che le aziende facciano ciò che vogliono”. I consumatori spesso non si accorgono dell’inganno e quindi pagheranno molto di più per determinati prodotti.

Il pacco deve essere pieno.

Valet disturba non solo la presunta stabilità dei prezzi, ma anche i rifiuti di imballaggio aggiuntivi, che a volte vengono prodotti senza necessità, e il conseguente spreco di risorse. “Produttori e rivenditori devono cambiare costantemente rotta. L’imballaggio deve essere pieno e non sempre vuoto”.

READ  Kylie Jenner è incinta: aspetta un secondo figlio da Travis Scott

I difensori dei consumatori nella città anseatica raccolgono da anni reclami e informazioni sui prodotti nella vendita al dettaglio e ora scelgono Trick of the Year per l’ottava volta. Il Consumer Advice Center Hamburg ha anche stilato un elenco di circa 1.000 voci sui prodotti che sono stati criticati online. I consumatori possono vederlo su www.vzhh.de/mogelpackungsliste comunicare.

You May Also Like

About the Author: Jemma Romani

"Creatore. Piantagrane. Lettore. Nerd televisivo. Sostenitore orgoglioso della birra. Impossibile scrivere con i guantoni da boxe. Introverso. Praticante zombi certificato. Pensatore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *