Roland Garros: un bel pareggio per Ijja Cvitik

Giovedì, la nazionale francese, vincitrice del Campionato Internazionale di Francia, ha appreso quale sarebbe stata la sua traiettoria all’inizio più importante sulla Terra di questa stagione. Non può lamentarsi della pace, anche se l’inizio è di nuovo corrotto per lei. Giocherà poi con un amico e la sua ex compagna nel piccolo doppio, cioè con Kaja Juvan. In passato ha vinto, tra l’altro, la medaglia d’oro ai Giochi Olimpici della Gioventù di Buenos Aires. Quest’anno ho gareggiato con lo sloveno all’evento di Melbourne (poco prima dell’Australian Open) e poi per molto tempo, per quasi metà del gruppo, ho avuto grossi problemi. Alla fine, tuttavia, i suoi sentimenti si sono calmati e il suo avversario non ha avuto alcuna possibilità. È noto che questa partita sarà completamente nelle sue mani. Jovan non ha questi cannoni. Si arrangerà da sola e se la caverà. Quanto sia efficace dipende solo dalla donna polacca.

Iga è ben preparato per difendere il titolo. Hai raggiunto gli obiettivi che ci eravamo prefissati per questa primavera. Ora, ovviamente, interpreterà un ruolo diverso rispetto a prima, è la preferita e una delle preferite, ma devi abituarti. Una situazione del genere si ripeterebbe ed è impossibile sfuggire a questo schema – ha confermato l’allenatore del wiątek Piotr Serezpotovsky prima del torneo.

Compleanno durante il torneo

Raszynianka, che compirà 20 anni il 31 maggio, non combatterà le stelle nella prima tappa dell’evento. È classificato 8 ° e dopo il successo dell’apertura – si spera – affronterai la vincitrice della partita, Rebecca Peterson (Svezia) – Shelby Rogers (USA). Nel terzo turno, potrebbe colpire l’estone Annette Kontavit, che è però più debole in farina che in cemento. Iga lo sa, perché si è arresa a lei un anno prima nello slam degli Antipodi. A Parigi, tutte le carte saranno nelle sue mani.

READ  Lillard di Portland vince il premio NBA Teammate of the Year

Le scale inizieranno più tardi. Negli ottavi di finale, wiątek potrebbe affrontare un altro campione del Roland Garrosa Garbine Muguruza. Mi sono convinto del potere degli spagnoli in questa stagione a Dubai. Poi il tennista del Barcellona ha vinto 6: 0, 6: 4 e talvolta ha dato un tennis incredibilmente buono. Tuttavia, un simile incontro non si sarebbe ripetuto. Ricordiamo cosa ha fatto Iga a Simone Halep, con la quale ha perso molto prima. La rumena non ha avuto scampo con la polacca nel match successivo. Questo scenario potrebbe ripetersi con Muguruza.

Un eventuale quarto di finale potrebbe significare una partita contro Sofia Kenin (n. 4), ma non è una cosa terribile. Basti ricordare la finale dello scorso anno. In ogni caso, saremmo sorpresi se rivedessimo l’americano in questa fase. Preferiamo scommettere, ad esempio, che la donna greca, Maria Scary, uscirà da questo dipartimento. Tuttavia, in semifinale, ci aspetteremmo che fosse Ashley Party (a meno che Magda Linette, che ha iniziato con la francese Chloe Paquet, la metta fuori combattimento al secondo turno), che potrebbe effettivamente essere un duello “per l’oro”. Purtroppo, però, Iga è finita nella stessa metà della scala dove …

Finale in semifinale

Il torneo di quest’anno sarà ricco di sfide per le donne polacche. Il primo test importante potrebbe teoricamente arrivare al quarto round. Proprio come in autunno. Allora era Halep, e ora potrebbe essere Muguruza. Prepararsi per una finale prematura in semifinale. Due principali contendenti potrebbero competere per il titolo: wiątek e Barty. Come nel caso degli uomini, dove Rafael Nadal dovrebbe – in teoria – affrontare Novak Djokovic. Sarà così, vedremo. Con gli uomini, forse sì, con le donne, sebbene il vantaggio di Iga oltre un anno fa sulla concorrenza fosse enorme, non è certo. O diversamente: ci fidiamo di Iga, ma non di Party. Sembra giocare in modo uniforme e completo, ma non contiene il gene dominante. E sui mattoni, i suoi avversari possono approfittarne.

READ  Euro 2020: Lukas Hradecky nei panni dei Troll Rasmussen e Przemyslaw Titoi

You May Also Like

About the Author: Silvia Tocci

"Esperto di musica professionista. Creatore. Studente. Appassionato di Twitter. Pioniere del caffè impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *