Sanzioni imposte alla Bielorussia dopo la deviazione del volo Ryanair per l’arresto di un giornalista

In questa domenica, 26 marzo 2017, foto d’archivio, la polizia bielorussa arresta il giornalista Raman Pratasevic, nel centro di Minsk, in Bielorussia.

Sergey Griets | AP

WASHINGTON – Lunedì l’amministrazione Biden ha imposto una serie di sanzioni alla Bielorussia tra la rabbia occidentale per il dirottamento forzato di un aereo Ryanair per l’arresto di un giornalista dissidente.

Il mese scorso, un aereo passeggeri in volo dalla Grecia alla Lituania è stato improvvisamente dirottato a Minsk, la capitale della Bielorussia. Il volo di Ryanair per Minsk è stato scortato da un aereo da combattimento MiG-29 di epoca sovietica.Al momento dell’atterraggio, le autorità hanno arrestato il giornalista dell’opposizione Roman Protasevich.

Alcuni leader dell’UE hanno descritto l’insolita conversione di un aereo di linea commerciale come “rapimentoIl blocco delle 27 nazioni Imporre immediatamente sanzioni alla Bielorussia Ciò includeva il divieto alle sue compagnie aeree di utilizzare lo spazio aereo e gli aeroporti all’interno dell’Unione europea.

Il Dipartimento di Stato ha ora seguito l’esempio, sanzionando 46 funzionari bielorussi per il loro coinvolgimento nell’arresto di Protasevich. Inoltre, il Dipartimento del Tesoro ha annunciato sanzioni contro 16 persone e cinque entità.

“Questi passi arrivano anche in risposta alla repressione in corso in Bielorussia, compresi gli attacchi ai diritti umani, ai processi democratici e alle libertà fondamentali”, ha scritto lunedì il ministro degli Esteri Anthony Blinken in una dichiarazione, aggiungendo che le sanzioni sono in linea con il Canada e l’Europa. Unione e Regno Unito.

“Queste classifiche coordinate dimostrano l’incrollabile impegno transatlantico nel sostenere le aspirazioni democratiche del popolo bielorusso”, ha scritto Blinken.

READ  Decine di persone sono rimaste ferite quando una piattaforma è crollata nella comunità di Lag Bomer a Mount Meron

Il presidente bielorusso Alexander Lukashenko, uno strenuo difensore del presidente russo Vladimir Putin, ha dovuto affrontare richieste diffuse di dimettersi dopo un’elezione contestata che lo ha rimandato a un sesto mandato. Proteste quasi quotidiane hanno scosso la Bielorussia per quasi tre mesi.

“Le persone identificate oggi hanno danneggiato il popolo bielorusso attraverso le loro attività relative alla frode del 9 agosto 2020, alle elezioni presidenziali in Bielorussia e alla conseguente brutale repressione di manifestanti, giornalisti, membri dell’opposizione e della società civile”, ha scritto il Tesoro. in una gazzetta ufficiale.

Membri della diaspora bielorussa e attivisti ucraini bruciano fumogeni bianchi e rossi durante una manifestazione a sostegno dei cittadini bielorussi che protestano contro la frode elettorale alle elezioni presidenziali, fuori dall’ambasciata bielorussa a Kiev, 13 agosto 2020.

Sergey Sobinsky | AFP | Getty Images

Tra quelli sanzionati dagli Stati Uniti lunedì c’erano alcuni dei più stretti collaboratori di Lukashenko: la sua addetta stampa Natalia Esmant e l’ex capo dello staff Natalia Kachanava, che è attualmente il suo inviato presidenziale a Minsk, Mikalai Karpianko, vice e attuale vice ministro degli interni della Bielorussia. Comandante della polizia bielorussa e procuratore della Bielorussia Andrey Shved.

Gli Stati Uniti hanno anche imposto sanzioni al Comitato per la sicurezza dello Stato della Repubblica di Bielorussia, noto anche come KGB bielorusso.

“Il KGB bielorusso ha arrestato, terrorizzato e fatto pressioni sull’opposizione per includere Pratasevic”, ha scritto il Tesoro in una dichiarazione, aggiungendo che l’organizzazione ha aumentato i suoi crimini dopo le elezioni truccate di Lukashenko del 2020.

Il Tesoro ha anche sanzionato le forze interne del Ministero degli affari interni della Repubblica di Bielorussia, le forze di polizia bielorusse, per la loro violenta repressione dei manifestanti pacifici dalle elezioni presidenziali del 2020.

READ  L'UE revoca il divieto ai viaggiatori statunitensi: NPR

Le sanzioni contro la Bielorussia, alleata della Russia, arrivano sulla scia del presidente Joe Il primo incontro diretto di Biden Con il suo omologo russo in Svizzera, le due parti hanno concordato di riprendere i colloqui sul nucleare e di riportare i loro ambasciatori alle loro sedi estere.

Il consigliere per la sicurezza nazionale Jake Sullivan ha dichiarato domenica che gli Stati Uniti si stanno preparando per ulteriori sanzioni contro la Russia per la detenzione del critico del Cremlino Alexei Navalny.

“Stiamo preparando un altro pacchetto di sanzioni da applicare in questo caso”, ha aggiunto. Sullivan ha detto Nel programma “Stato dell’Unione” di domenica sulla CNN. “Arriverà non appena svilupperemo i pacchetti per assicurarci di raggiungere gli obiettivi giusti”, ha aggiunto.

La preoccupazione per la prigionia di Navalny e il deterioramento della salute è l’ultimo tamburo nelle relazioni già tese tra Mosca e l’Occidente.

Il leader dell’opposizione russa Alexei Navalny, accusato di aver violato i termini della sua condanna per appropriazione indebita sospesa, partecipa a un’udienza giudiziaria a Mosca, in Russia, il 2 febbraio 2021.

Tribunale della città di Mosca | Reuters

You May Also Like

About the Author: Michele Monaldo

"Studente devoto. Nerd certificato di Internet. Fan dei social media. Esperto di cultura pop. Studioso di bacon impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *