Si riapre il caso di Marco Pantani sospettato di omicidio

Marco Pantani una volta ha fornito leggendari momenti ciclistici – circa 2000 durante un duello con Lance Armstrong al Mont Ventoux.Costruzione: AP

24.11.2021, 14:5724.11.2021, 15:12

A quasi 18 anni dalla sua scomparsa, l’ex superstar del ciclismo Marco Pantani è tornato sulla bocca di tutti nella sua nativa Italia. Come si è saputo martedì, la morte di Pantani è sotto inchiesta per la terza volta. L’obiettivo è scoprire se l’italiano è morto per overdose di cocaina, come ipotizzato in precedenza, o se Pantani è stato ucciso all’epoca.

Lo sfondo di questa nuova indagine sono le dichiarazioni di Fabio Meradosa, un commerciante Pantani, che era in contatto con Radstar poco prima della sua morte. Si dice che abbia introdotto nuovo materiale in un’udienza di 46 minuti all’inizio del 2020, il che suggerisce che l’italiano è morto di morte violenta.

“Marco è stato ucciso. Lo conoscevo cinque o sei mesi prima della sua morte e non sembrava una persona che volesse suicidarsi”, dice Miradosa. Dopo che le dichiarazioni del commerciante sono state consegnate alla procura, la procura ha ripreso le indagini sulla omicidi non identificati.

I parenti di Pantanese prima del suo funerale nel 2004.

I parenti di Pantanese prima del suo funerale nel 2004.Costruzione: AP

Miradosa ha fatto notizia circa due anni fa quando continuava a dire di essere convinto che Pantani non fosse morto per overdose. “Marco non è morto di cocaina. È stato ucciso”, ha detto Miradosa all’epoca. “C’era anche una carenza di denaro. Non ho capito. Allora chi l’ha preso? ». Ora si ritiene che l’ex spacciatore avrebbe potuto dare alla magistratura più nomi dell’ambiente della droga che avrebbero potuto essere coinvolti nel caso.

READ  Trasferimenti. Plusliga. Bowie Rusk diventa l'allenatore di Cuprum Lubin

Miradosa ipotizzò all’epoca che Pantani potesse aver avuto un’idea del motivo per cui era stato squalificato per doping al Giro d’Italia del 1999, sebbene avesse sostenuto fino alla fine di non aver barato. “Era sempre alla ricerca della verità e si assicurava di non essere drogato”, ha detto Miradosa. Le indagini hanno chiaramente indicato il doping.

Pantani è stato trovato morto in una stanza d’albergo a Rimini nel febbraio 2004. Un’autopsia all’epoca ha rivelato un’overdose di cocaina come causa della morte. Tuttavia, da tempo si specula sul fatto che gli italiani abbiano assunto volontariamente questa overdose. Il referto dell’autopsia ha anche affermato che Pantani aveva lievi contusioni sul viso. Possono essere causati da cadute, ma anche da colpi. Inoltre, si dice che Pantani abbia chiamato la reception il giorno della sua morte per lamentarsi delle persone che lo infastidivano.

Pantani è stato interrogato dai media dopo essere stato squalificato al Giro d'Italia.

Pantani è stato interrogato dai media dopo essere stato squalificato al Giro d’Italia.Costruzione: AP

Ad esempio, la famiglia Pantanese, in particolare sua madre Tonina, è stata dell’opinione dopo la sua morte che la stella del ciclismo non si fosse suicidata in quel momento. Pertanto, il caso è stato aperto nel 2014 per indagare su un possibile omicidio. Ma all’epoca, l’ufficio del procuratore generale non ha trovato alcuna prova, motivo per cui il caso è stato nuovamente archiviato nel 2016. (Patt)

I drogati vincitori del Tour de France

1/12

I drogati vincitori del Tour de France

Qui un guidatore spietato insegue due ciclisti

Potrebbero interessarti anche:

Un classico della primavera-autunno: dopo due anni e mezzo di attesa, domenica si svolgerà la prossima edizione di Paris – Roubaix. Per la prima volta dal 2002 deve essere una relazione molto umida e sporca.

READ  Tour de France 2021: valutazione complessiva completa

Gli appassionati di ciclismo non si sono fermati Recuperati dalla grande gara iridata di domenica scorsa, domenica il prossimo appuntamento sarà dietro l’angolo. La Parigi-Roubaix è comunque una gara fantastica, probabilmente la più grande gara di un giorno per i professionisti. Jacques Gaudette, direttore del Tour de France per mezzo secolo, una volta descrisse il classico come “una corsa selvaggia, una competizione per animali contesa dall’uomo”.

You May Also Like

About the Author: Silvia Tocci

"Esperto di musica professionista. Creatore. Studente. Appassionato di Twitter. Pioniere del caffè impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *