Sivian si stacca da parti del suo pacchetto Thyssen-Krupp

operaio siderurgico thyssenkrupp

Cevian è entrato a far parte dell’azienda tradizionale, che all’epoca era già in crisi, nel 2013.

(Foto: Getty Images)

Cibo, Stoccolma L’investitore finanziario svedese Cevian ha venduto quasi la metà della sua partecipazione in Thyssen-Krupp Industry and Steel. Sivian ha detto martedì che la percentuale si è ridotta da circa il 15 al 7,9%. L’investitore vuole rimanere uno degli investitori più importanti in Thyssen-Krupp e continuare a supportare il management nelle sue tracce. “Gli ultimi dati ora forniti da Thyssen-Krupp e l’aumento del prezzo delle azioni riflettono che la svolta sta mostrando successo”.

Il gruppo con sede a Essen ha notevolmente migliorato i suoi risultati nell’anno fiscale 2020/21 (a partire dalla fine di settembre) e ha promesso 1 miliardo di dollari di profitti per l’anno fiscale in corso. Krupp rimane il maggiore azionista con una quota di circa il 21 percento.

Bloomberg News ha riferito che Sivian ha offerto più di 43 milioni di azioni tra 10,20 e 11,29 euro ed era molto richiesto. In base alla fascia più alta della scala, il pacchetto varrebbe 485 milioni di euro.

In tal modo, Cevian ha utilizzato anche l’evoluzione del prezzo delle azioni degli ultimi mesi. Nel corso dell’anno, il giornale è cresciuto di quasi il 30 percento a seguito dell’avanzamento dei lavori di ristrutturazione. Tuttavia, il prezzo ha perso valore negli ultimi anni ed è sceso a meno di 4 euro nel contesto della crisi Corona nella primavera del 2020.

I migliori lavori di oggi

Trova subito i migliori lavori e
Sei avvisato via e-mail.

Cevian è entrato in Thyssen-Krupp nel 2013, inizialmente poco più del 5%. Quando l’impegno è stato reso noto, il costo della banconota era tra i 16 ei 18 euro in borsa. Dopo che la vendita delle azioni è diventata nota martedì, il titolo è costato circa 10,60 euro e ha perso oltre il 6% di valore.

Recentemente l’azienda, che affonda le sue radici nel XIX secolo, è tornata in ascesa. Martina Merz, in carica da ottobre 2019, volta ogni pietra. La vendita del redditizio business degli ascensori ha portato nelle casse più di 17 miliardi di euro. Le società perdenti sono state vendute o chiuse. La direzione è alla ricerca di acquirenti o partner per altre regioni. Tutto è circondato da un programma di austerità che prevede la perdita di migliaia di posti di lavoro.

Il futuro della divisione acciaio è aperto. La vendita a Liberty Steel fallì a causa di varie idee. Merz ora vuole rendere di nuovo competitiva la divisione siderurgica da sola. In definitiva, potrebbe esserci una sussidiaria o una sussidiaria indipendente con un proprio finanziamento, ha affermato di recente.

Di più: Project Freedom: la divisione nella divisione acciaio è diventata più difficile per Thyssen-Krupp

READ  Mercedes: DUH vede nuove prove per l'hardware della sconfitta del diesel

You May Also Like

About the Author: Jemma Romani

"Creatore. Piantagrane. Lettore. Nerd televisivo. Sostenitore orgoglioso della birra. Impossibile scrivere con i guantoni da boxe. Introverso. Praticante zombi certificato. Pensatore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *