SpVgg Greuther Fürth – 1. FC Union Berlino: Highlights

Harvard Nielsen ha gridato tutto. Tutta la frustrazione, tutto il sarcasmo, tutta l’agonia delle ultime settimane. Al 56′ ha lottato per il pallone dopo un calcio d’angolo e in qualche modo ha superato la linea. Ora è annegato in un gruppo di suoi compagni di squadra e si è dato una pacca sul petto, esattamente dove i quadrifogli verdi decoravano la maglia.

Per una stagione e mezza, 24 partite e 2.160 minuti, Forth ha effettivamente giocato il suo primo titolo di Bundesliga nel suo stesso stadio. Non c’è mai stata una vittoria. Anche oggi. Quindi questo 1-0 contro l’1. FC Union Berlin. Maledettamente sconfitto.

Quarta vittoria da brivido nel tempo

Ci sono stati minuti di ansia che Grether Forth ha dovuto affrontare. La mezz’ora tra l’1-0 e il fischio finale deve essere sembrata un’eternità. Più e più volte, un pericoloso attacco di Berlino a Max Kreuz e più tardi a Taiwo Ooni ha raggiunto il cancello di Forth. Ma ogni volta c’era una gamba, parte del corpo del portiere Sascha Borchert o del piede di Berlin tra la palla e la linea di porta e proteggeva la vittoria dalla sofferenza completa.

Forth ha difeso negli ultimi 10 minuti con tutto il possibile. Non ci sono stati quasi attacchi di soccorso nella fase finale. Qualcosa del genere non può andare bene, è quello che si dice di solito in giochi come questo. Soprattutto con questa difesa, che ha già ricevuto 46 colpi. Ma l’obiettivo – non è caduto. Il colpo di testa di Aouni da cinque yard al 90′ è stata l’ultima volta che Borcher ha rabbrividito. Ma la palla è volata oltre l’area di rigore.

READ  Marcin Held ha fatto la differenza prima del suo debutto nel campionato di calcio professionistico. "È ora di idratare e ringiovanire"

Prima vittoria stagionale per Leitl

Per Fürth, questa è la prima vittoria della stagione. Quarto punto in 15 partite. In ultimo luogo, ovviamente, questo non cambia nulla. Ma è determinato da come la squadra che circonda l’allenatore Stephen Little si avvicinerà alle prossime sessioni di allenamento e partite. Al fischio finale era possibile vedere il peso che cadeva sulle spalle di Forth.

“E’ stato molto importante per noi oggi. Oggi è stata una grande prestazione di tutti i giocatori. L’attenzione si è concentrata sulla difesa fin dall’inizio”, ha detto Nielsen, capocannoniere della squadra vincente dopo la partita a Dazen, notando un cambiamento nella tattica di Little. : “Volevamo stare fermi, non in alto come al solito. E ha funzionato”.

You May Also Like

About the Author: Silvia Tocci

"Esperto di musica professionista. Creatore. Studente. Appassionato di Twitter. Pioniere del caffè impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *