Stefan Bern lascia Parigi: il conduttore mette all’asta i suoi mobili

In precedenza, Stefan Berna Aveva già condiviso il suo desiderio di lasciare la capitale. Un desiderio guidato dalla qualità della vita parigina ha esaurito un conduttore televisivo francese mentre si prepara a vendere i mobili della sua casa parigina situata nel quartiere Pigalle di Parigi.

Al momento, nel pieno dei preparativi per il suo passaggio, il compagno di Yuri ha organizzato la vendita dei suoi mobili il 25 gennaio 2022. Dopo aver contattato la casa d’aste dager, il famoso amante della storia e del patrimonio francese, presenterà i mobili della sua casa parigina. Un’asta che permette agli spettatori di scoprire le diverse storie nascoste dietro ogni pezzo che permeano la vita quotidiana di un giornalista da più di diciotto anni. Anche questa pancia si terrà dal 25 gennaio prossimo al Drot Hotel, dopo la sua fiera del mobile dal 22 al 24 gennaio 2022.

Sono davvero stufo

Come promemoria, il 14 novembre, Stefan Bern ha annunciato ai nostri colleghi di parigino Il suo desiderio di lasciare Parigi. Una mossa di cui il giornalista aveva chiesto il 13 novembre. Ora Stéphane Berne, volendo stabilirsi nel “paese”, più precisamente in un ex collegio reale e militare (situato nell’Eure-et-Loir) che aveva precedentemente acquistato nel 2013, è stanco della malsana città di Parigi. “Vivo lì da quando avevo 10 anni e non ce la faccio più. Sono uscito dal carcere a casa, a Birch, dove sono fortunato ad avere più spazio”.Ha spiegato prima di continuare, non senza esasperazione:Poiché il mio lavoro mi consente di lavorare in gran parte da remoto, ho scelto di tornare nel mio appartamento parigino a Pigalle, dove ho vissuto per diciotto anni. Torno al lavoro, ma ora sarò sistemato. (…]Nonostante il leggero dolore nel mio cuore, sono sollevato di partire. mi sembrava di impazzire…

READ  Tutto quello che devi sapere - Billboard

You May Also Like

About the Author: Luigia Di Traglia

"Studente devoto. Nerd certificato di Internet. Fan dei social media. Esperto di cultura pop. Studioso di bacon impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *