Stephen Hawking: Google onora i fisici con la prova dei doodle nel loro 80° compleanno – prova

Fu uno dei più importanti studiosi del nostro tempo.

Stephen Hawking (76), pop star in fisica, bestseller (“A Brief History of Time”, “The Universe in Brief”) e preferiti della serie (tra cui “The Simpsons”, “The Big Bang Theory”)).

Sabato 8 gennaio, il ricercatore britannico (sedia a Cambridge) aveva 80 anni. Nel giorno del suo compleanno, un doodle di Google è dedicato alla vita di un astrofisico e matematico, le cui teorie pionieristiche, anche sui buchi neri nello spazio, hanno ampliato l’orizzonte della conoscenza.


Hawking indossa occhiali e libri con bordi arrapati sotto il braccio mentre va al collegeImmagine: google

bene Video di pixel art (Può essere visto su YouTube) Appaiono fasi significative nella vita di un genio. Più grave: all’età di 21 anni gli è stata diagnosticata la sclerosi laterale amiotrofica. La malattia del motoneurone lo ha costretto a usare una sedia a rotelle dal 1968 in poi. Dopo aver contratto una polmonite pericolosa per la vita con una fessura della trachea, ha perso la capacità di parlare nel 1985 e la sua mente rimane acuta.

Da allora, ha usato un computer audio per comunicare e la sua voce morbida e stridula è diventata il suo marchio di fabbrica. Stephen Hawking può essere ascoltato anche nel video dei doodles.


Il fisico corre nello spazio su una sedia a rotelle a razzo e incontra i buchi neri

Un genio paralizzato sfreccia nello spazio su una sedia a rotelle a razzo e incontra i buchi neriImmagine: google

“Ho passato la mia vita viaggiando nello spazio nella mia testa”, dice nel video di lui che visita i buchi neri su una sedia a rotelle a razzo. Continua, “Gli esseri umani sono molto piccoli in questo universo. Ma siamo tutti capaci di cose molto grandi. Puoi farcela”.


Idiota: dopo il suo volo nello spazio, Stephen Hawking è atterrato con un paracadute in un gregge di pecore

Idiota: dopo il suo volo nello spazio, Stephen Hawking è atterrato con un paracadute in un gregge di pecoreImmagine: google

Stephen Hawking ha sfidato ogni previsione. Si è sposato (anche due volte), ha avuto una famiglia (tre figli) e ha vissuto con la terribile malattia per 55 anni – nessun malato di SLA è sopravvissuto più a lungo di lui.

Il 14 marzo 2018 – per coincidenza nel giorno del cerchio numero Pi e del compleanno di Albert Einstein – Hawking è morto a Cambridge. È sepolto nell’Abbazia di Westminster a Londra. Lì trovò la sua ultima dimora tra altri due grandi naturalisti: Sir Isaac Newton e Charles Darwin.

READ  Il James Webb Space Telescope è arrivato al sito di lancio

You May Also Like

About the Author: Dario Calabresi

"Creatore. Piantagrane. Lettore. Nerd televisivo. Sostenitore orgoglioso della birra. Impossibile scrivere con i guantoni da boxe. Introverso. Praticante zombi certificato. Pensatore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *