Tra i grandi vincitori ci sono Paul Bettani e Sacha Baron Cohen

Wen / Brian du / Avalon

Ed Sheeran, Reese-Jean-Page, Quentin Tarantino e Anthony Hopkins sono stati premiati alla cerimonia alla Tate Modern Gallery di Londra.

AceShowbiz
Paolo Pettani e Sacha Baron Cohen Uno dei grandi vincitori dei GQ Men of the Year Awards mercoledì 1 settembre.

Pettani ha scelto l’uomo dell’anno.Combattimento“La star Sacha Baron Cohen è stata nominata un’icona.

Due di questi attori si sono uniti Ed Sheeran, Lupo Alice, Quentin Tarantino, e signore Anthony Hopkins Tra i premiati alla cerimonia tenutasi alla Tate Modern Gallery di Londra. “Bridgeton“La stella Pagina Reez-Gene Ha ricevuto la migliore prestazione dell’anno e in cima alla lista.

Commentando il ruolo vincente di Simon Bassett nel dramma Netflix, l’attore 31enne ha detto a GQ Magazine: “È chiaro chi è stato escluso da questo gioco. Sai, ‘Come funziona?’ Sì, agiremo!”

Il momento più emozionante della serata è arrivato”.Linea per linea“La stella Adrian Dunbar Ha dedicato l’onore del miglior attore televisivo dell’anno a sua madre, fuggita dal governo 19. Quando ha ringraziato la BBC, lo spettacolo è stato coprodotto da Jet Mercury e co-protagonisti Vicky McClure e Martin ComptonHa detto: “Ma vorrei dedicare questo premio a mia madre Pauline, di 89 anni, che ha vinto la baia la scorsa settimana”.

Nel frattempo, la stilista Vivian Westwood ha usato il suo testo adattivo per evidenziare il cambiamento climatico. Nominato Game Changer of the Year alla cerimonia, ha dichiarato: “Dobbiamo fare quello che possiamo”. Ha descritto in dettaglio: “Colpi nella struttura della nostra economia. La nostra economia è la causa del cambiamento climatico. Il suo nome è il conflitto militare-industriale. È una macchina da guerra”.

READ  "Siediti": Quando Joystar si scontra con Anne-Elizabeth Lemoine: Current Girl The Make

Elenco completo dei vincitori:

  • Pacchetto dell’anno: Lupo Alice
  • Signore del tempo che passa: Kingsley Ben-Adir
  • Leader dell’anno: Paolo Pettani
  • TV dell’anno: Adrian Dunbar
  • Musicista dell’anno: Arlo Parks
  • Prestazioni Prestazioni: Pagina Reez-Gene
  • Artista solista: Ed Sheeran
  • Autore: Quentin Tarantino
  • Design dell’anno: Brunello Cucinelli
  • BREAK Designer: Harris Reid
  • Cambio di gioco dell’anno: Dame Vivian Westwood
  • Eroi dell’anno: la professoressa Sarah Gilbert, la dottoressa Catherine Green e il team dietro il vaccino Oxford/Astrogenica
  • Icona: Sacha Baron Cohen
  • Ispirazione dell’anno: Gareth Southgate
  • Record di uscita dell’anno: Team GB e Paralimpiadi
  • Controllo uscita: Bobby Gillespie
  • Premio Leggenda: Signore Anthony Hopkins

Articolo successivo