UEFA Champions League – Real Madrid – Inter: Modric, Brozovic e Perisic, i tre strateghi croati.

Dopo il nuovo – e settimo – Pallone d’Oro vinto da Lionel Messi, davanti a Robert Lewandowski e Jorginho, Luka Modric è rimasto l’unico vincitore ancora attivo al fianco dell’argentino e di Cristiano Ronaldo. E nonostante una corsa di 36 anni, che richiede la gestione della partita, il Pallone d’Oro 2018 è imbattibile per il Real Madrid per organizzare il ritmo e illuminare la partita.

“A Madrid era naturale che Benzema fosse fantastico in ogni partita”

Il terzetto costante formato al Real con Casemiro e Toni Kroos non è stato contestato dalle tante reclute che sono venute a cercare di scuotere la gerarchia: Odegaard, Ceballos, Valverde o Camavinga non sono riusciti a metterli in panchina. Dopo la festa tripartita “KCM” del 21 novembre nel campionato spagnolo di Granada (4-1), dove Modric ha fornito una chicca di assist a Vinicius, Ancelotti ha confermato con un sorriso: “Sono ancora tre dei migliori centrocampisti al mondo per me“.

Champions League

Casemiro sull’infortunio di Benzema: “Perdiamo il miglior numero nove del mondo”

9 ore fa

La morte di Perisic

All’Inter non sono da meno Marcelo Brozovic e Ivan Perisic, forse la loro migliore stagione dal loro arrivo in Lombardia, entrambi nel 2015. Nicolo Parilla e il più offensivo Hakan Calhanoglu. Preciso nel passaggio e generoso nello sforzo: è quello che in media percorre più chilometri in Serie A, secondo le statistiche ufficiali.

Composto contro lo sceriffo Tiraspol per il suo primo gol in C1, è, a 29 anni, in vista della partita con l’Inter, e qualunque sia il risultato di martedì a Madrid, ha già onorato il suo contratto qualificandosi all’ottavo posto per la prima volta. in dieci anni. Ivan Perisic, che ha approfittato del suo anno di prestito al Bayern, nel 2019-20, per vincere effettivamente la Champions League.

Al ritorno da questa bella stagione bavarese, ha dovuto riconquistare la fiducia di Antonio Conte, che a lui ha preferito Ashley Young. A poco a poco ci è riuscito, trasformandosi in un fuoristrada, capace anche di difendersi e non più solo di voltarsi. Impiegato nello stesso ruolo da Simone Inzaghi, sembra finalmente divertirsi con i nerazzurri, come accaduto durante la sua bella serata contro lo Shakhtar (2-0), a fine novembre, dove è stato all’origine dei due gol sinonimi con il qualificatore.

“Fiammeggiante”

Ho cambiato posizione l’anno scorso e ora sto bene“, conferma colui che ha segnato il primo gol della Croazia nella finale del Mondiale 2018, persa contro la Francia (4-2). Come Modric, con cui il Real sta discutendo il prolungamento fino al 2023, Brozovic e Perisic saranno nel Risoluzione contratto a giugno Sono in corso le trattative per estenderlo, ma non è ancora riuscito, soprattutto per la fragilità economica dell’Inter, che ha dovuto monitorarne la spesa.

Non puoi spendere milioni (…). Ma se vogliono restare penso che possiamo trovare un accordo“, rassicura regolarmente l’amministratore delegato del club Giuseppe Marotta. L’accordo salariale sarà particolarmente stretto con Brozovic per estenderlo fino al 2026, secondo La Gazzetta dello Sport. Per Perisic, che compirà 33 anni a febbraio, a seguito delle discussioni sembra più ambiguo, soprattutto perché l’ex giocatore di Bayern Monaco, Dortmund e Wolfsburg non sarà contrario al ritorno nel campionato tedesco.

lega

Il Real Madrid resta leader, anche senza Benzema

04/12/2021 alle 21:54

lega

Grande box e operazione: l’Inter colpisce duro

04/12/2021 alle 18:51

READ  Stima quante birre berranno i tifosi inglesi il giorno della finale di Euro 2020 - o2

You May Also Like

About the Author: Silvia Tocci

"Esperto di musica professionista. Creatore. Studente. Appassionato di Twitter. Pioniere del caffè impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *