Una nuova ricerca mostra che i vichinghi sbarcarono in Nord America più di 470 anni prima di Cristoforo Colombo

Gli scienziati affermano che un’antica tempesta solare e alcuni resti di legno di un antico villaggio nordico dimostrano che Cristoforo Colombo non fu la prima persona non indigena del Nord America. Le nuove scoperte mostrano che i Vichinghi sono sbarcati nel continente 1.000 anni fa, centinaia di anni prima di Colombo.

Ricercatori che hanno pubblicato i loro risultati sulla rivista temperamento natura, sono stati in grado di datare l’esistenza dei vichinghi analizzando tre pezzi di legno di tre diversi alberi che i vichinghi avevano abbattuto a L’Anse aux Meadows, un sito storico nazionale a Terranova, in Canada. Il sito è stato a lungo venerato per essere la prima prova conosciuta di una presenza europea nelle Americhe, secondo Parks Canada, ma la data esatta della presenza dei Vichinghi era sconosciuta.

Schermata -2021-10-21-at-8-03-40-am.png
Studiate immagini di elementi in legno di L’Anse aux Meadows.

NS. Kuitems


I ricercatori hanno utilizzato la datazione al radiocarbonio – un metodo per stimare l’età basato sulla quantità di carbonio in un organismo – sul legno per determinare l’arrivo dei Vichinghi. Questo metodo consente una stima approssimativa, ma ciò che lo ha ristretto per i ricercatori è stata una massiccia tempesta solare avvenuta nel 992 d.C. Enormi esplosioni di energia dal sole immettono più carbonio nell’atmosfera, aumentando così la quantità di carbonio negli esseri viventi per quel periodo di tempo.

I pezzi di legno tagliati dai Vichinghi sono ancora visibili. Uno degli anelli corrispondeva alla tempesta solare e successivamente si sono formati 29 anelli di crescita, il che significa che il legno è stato scheggiato 29 anni dopo la tempesta solare del 992 d.C. – nell’anno 1021.

Tutti i pezzi di legno sono stati visibilmente tagliati con strumenti di metallo, hanno detto i ricercatori, evidenziato dal “taglio particolarmente pulito e ad angolo basso”. Strumenti come questo non erano presenti all’epoca nelle comunità indigene della zona.

I ricercatori hanno affermato nel loro articolo che il 1021 d.C. ora segna “il primo anno conosciuto in cui la migrazione umana ha circondato il pianeta”, dimostrando che i Vichinghi raggiunsero il Nord America 471 anni prima di Cristoforo Colombo, che si avventurò alle Bahamas nel 1492.

L’Anse aux Meadows è un Patrimonio mondiale dell’UNESCO, l’organizzazione afferma di avere oggetti “archeologici eccezionali”, tra cui otto strutture in erba con struttura in legno. L’UNESCO afferma che queste strutture sono costruite nello stesso stile di quelle della Groenlandia norvegese e dell’Islanda dello stesso periodo. Altri manufatti trovati nel sito indicano che i Vichinghi producevano prodotti in ferro e falegnameria.

Si ritiene che almeno cinque o sei tribù indigene siano presenti nell’area da molto tempo 6000 anni faSecondo Parks Canada. in un 2019A L’Anse aux Meadows, i ricercatori hanno pubblicato le loro scoperte su diversi strumenti di pietra e altri oggetti di gruppi indigeni, portandoli a credere che potrebbero esserci state più interazioni tra vichinghi e gruppi indigeni di quanto si pensasse in precedenza.

READ  I brasiliani organizzano proteste a livello nazionale contro la risposta del presidente Bolsonaro al Coronavirus

You May Also Like

About the Author: Michele Monaldo

"Studente devoto. Nerd certificato di Internet. Fan dei social media. Esperto di cultura pop. Studioso di bacon impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *