UNITO Group come leader nella moda tradizionale – mnews – medianet.at

Erba. Il tema della sostenibilità ha raggiunto molti ambiti della vita. In alcuni – come il cibo – di più, in altri di meno. Secondo un recente studio dell’Associazione di categoria austriaca, l’importanza della sostenibilità tra i consumatori austriaci è del 90% per il cibo e del 61% per la moda. Quando si tratta di abbigliamento, i clienti sono sempre più preoccupati per la sostenibilità, ma non sono (ancora) pronti a spendere di più per questo. Unito Group amplia costantemente le sue collezioni di abbigliamento sostenibile. E nel settore della moda tradizionale, sono leader in autunno/inverno: i Dirndl realizzati in cotone biologico certificato sono disponibili per la prima volta a prezzi moderati per i marchi Otto Austria e Universal. Questi due modelli di moda tradizionale sostenibile sono prodotti dal più grande rivenditore online austriaco in Europa – dal produttore tessile bavarese Naber Moden nel suo stabilimento di produzione in Albania.

Accetta orari di avvio più lenti
Quindi nell’industria della moda ci vuole più tempo che nel settore alimentare perché il tema della sostenibilità sia davvero accelerato. Ma perché ci vuole più tempo con la moda tradizionale in particolare che con l’abbigliamento in generale? Per Raphael Naber, junior president di Naber Moden, è dovuto all’attenzione decennale sulla moda su “economico e veloce”: “I grandi marchi ora sanno che devono diventare più sostenibili perché i clienti se lo aspettano. Questa pressione ora viene superata sempre più verso produttori, produttori e fornitori tessili di marchi. Con la moda tradizionale, tutto richiede più tempo perché nessun grande marchio propone collezioni sostenibili e guida il mercato e quindi anche gli acquisti”. anche nel settore della moda tradizionale.

READ  Secura Bio annuncia il completamento di uno studio COPIKTRA (duvelisib) (PRIMO) sul linfoma a cellule T periferiche

Porta resistenza
Il fatto che la moda tradizionale richieda più tempo è dimostrato dal fatto che in Unito c’è quasi un decennio tra desiderio e realtà quando si parla di dirndl sostenibile. Harald Gucci, portavoce del management di UNITO, spiega che da dieci anni si cerca qualcuno che possa produrre capi sostenibili secondo gli standard di riferimento del gruppo di aziende – prodotti in Europa e con lo standard di sostenibilità leader a livello mondiale: “Raphael Naber è stato il primo ad essere preparato. Lì. C’è bisogno di imprese così piccole: con visionari personali che stanno cambiando il loro settore e il mondo con le loro azioni. E questo inizia con due dirndl. Rafael Neber probabilmente se ne pentirà all’inizio perché non andrà beh. Ma se guarda avanti – ha tempo e fiato – Tra cinque o dieci anni, se guarda indietro, sarà uno dei pionieri nel settore della moda tradizionale. Sono felice che noi, come Unito, possiamo contribuire con il marketing prodotti dirndl sostenibili.”

Produzione secondo standard di sostenibilità leader a livello mondiale
Il primo dirndl online sostenibile del Gruppo Unito è stato certificato secondo lo standard “GOTS Organic”. Il Global Organic Textile Standard (abbreviato GOTS) è lo standard globale leader per la lavorazione di tessuti realizzati con fibre naturali organiche certificate. “GOTS Organic” significa che il prodotto deve contenere almeno il 95% di cotone biologico coltivato privo di sostanze nocive secondo i più rigorosi standard ecologici. Inoltre, gli standard ambientali e sociali devono essere considerati durante l’intero processo di produzione. Il modello sostenibile in due parti “Naber Collection” è disponibile in una fascia di prezzo moderata di € 89,99 nelle combinazioni di colori blu, azzurro e rosa-marrone per il mercato austriaco su ottoversand.at e universal.at.

READ  Sabato 29 maggio - Paparazzi Magazine

I marchi online del Gruppo Unito hanno un totale di oltre 1.200 costumi tradizionali nella loro gamma. Oltre a due nuovi pezzi di cotone biologico, attualmente ci sono circa 50 prodotti per la casa rustica di produttori austriaci. L’espansione della portata sostenibile e regionale della moda tradizionale è destinata a essere portata avanti costantemente nei prossimi tre o quattro anni. (rosso)

You May Also Like

About the Author: Jemma Romani

"Creatore. Piantagrane. Lettore. Nerd televisivo. Sostenitore orgoglioso della birra. Impossibile scrivere con i guantoni da boxe. Introverso. Praticante zombi certificato. Pensatore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *