USA: l’inflazione ora è al 5,4%

Negli Stati Uniti, l’inflazione è aumentata in modo sorprendentemente forte a giugno. Rispetto allo stesso mese dell’anno scorso, i prezzi al consumo sono aumentati del 5,4%, ha annunciato il Dipartimento del Lavoro. Questo è il tasso più alto dall’agosto 2008. D’altra parte, gli economisti si aspettavano una leggera diminuzione del tasso al 4,9% dal 5% di maggio.

L’alto tasso di inflazione è principalmente alimentato dall’ulteriore revoca delle restrizioni sulla corona. I prezzi per sistemazione in hotel, noleggio auto, abbigliamento e viaggi aerei sono aumentati notevolmente di recente.

Gli economisti sono rimasti sorpresi dal forte aumento. “Anche i più grandi pessimisti non si aspettavano un così forte aumento dell’inflazione”, ha affermato Dirk Clinch, economista della Landesbank Baden-Württemberg. Questo è il quarto mese con un’inflazione significativamente più alta, che avrà un impatto anche sulla politica monetaria. “La Federal Reserve degli Stati Uniti subirà forti pressioni dagli ultimi dati sull’inflazione per porre fine al suo percorso molto espansivo”.

La Federal Reserve statunitense ha a lungo descritto la crescente pressione inflazionistica come temporanea e l’ha spiegata con implicazioni speciali. Pertanto, ha annunciato di non voler rispondere all’aumento dei prezzi al momento.

Thomas Getzel, capo economista di VP Bank, prevede che gli effetti speciali della corona scadranno alla fine dell’anno. Allora non c’è più alcun motivo per cui la politica monetaria sia troppo allentata. “La Fed presenterà presto una tabella di marcia concreta per eliminare gradualmente gli acquisti di titoli”.

Il dollaro USA è salito dopo i dati di tutte le principali valute. L’euro è sceso sotto quota 1,18 dollari. I prezzi dei titoli del Tesoro USA sono stati messi sotto pressione.

READ  Laura Smet: Quel gesto terribile e inaspettato che ha dovuto compiere dopo la morte di Johnny

You May Also Like

About the Author: Jemma Romani

"Creatore. Piantagrane. Lettore. Nerd televisivo. Sostenitore orgoglioso della birra. Impossibile scrivere con i guantoni da boxe. Introverso. Praticante zombi certificato. Pensatore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *