Vaccini cinesi: sono state somministrate più di 1 miliardo di dosi di Covid-19

La National Health Commission cinese ha dichiarato in una dichiarazione che a partire da sabato sono state somministrate un totale di 1.104.489.000 dosi.

Queste dosi sono circa il 40% dei 2,5 miliardi di iniezioni ingerite a livello globale.

L’Autorità sanitaria nazionale ha affermato che nei cinque giorni precedenti a sabato sono state somministrate 100 milioni di dosi, secondo i media statali Xinhua.

La cifra del miliardo è più che notevole considerando che la startup cinese vacilla.

La Cina non ha raggiunto il suo primo milione di dosi somministrate fino al 27 marzo, due settimane dopo rispetto agli Stati Uniti. Ma il ritmo ha accelerato notevolmente a maggio, con oltre 500 milioni di colpi sparati nell’ultimo mese, secondo i dati del NHC.

“Ci sono voluti 25 giorni alla Cina per passare da 100 milioni di dosi a 200 milioni di dosi, 16 giorni per passare da 200 milioni a 300 milioni e sei giorni da 800 milioni a 900 milioni”, ha detto Xinhua.

Pechino ha contenuto con successo il virus, ma diversi recenti focolai locali, anche nelle province dell’Anhui, del Liaoning settentrionale e del Guangdong nel sud, hanno sollevato timori di contagio, spingendo a una corsa alle vaccinazioni nelle aree colpite.

La Cina ha anche iniziato a vaccinare le persone di età inferiore ai 18 anni, con gli adolescenti idonei a ricevere il vaccino Sinopharma e Sinovac.

Per chi è ancora titubante, la Cina ha un potente strumento nel suo arsenale: un sistema a partito unico top-down che è inclusivo e potente al lavoro, e una burocrazia tentacolare che può essere rapidamente mobilitata.

Citando il vicepresidente dell’NHC Zeng Yixin, Xinhua ha riferito che Pechino mira a vaccinare almeno il 70% delle persone idonee entro la fine dell’anno.

READ  L'ambasciata cinese twitta e cancella le vignette antisemite

Circa 1,4 miliardi di persone vivono in Cina. Di conseguenza, le dosi somministrate dallo stato per 100 persone sono ancora in ritardo rispetto a paesi come gli Stati Uniti e la Gran Bretagna.

Ma se la sua campagna di vaccinazione può tenere il passo con il ritmo attuale, Pechino si riprenderà rapidamente.

Angus Watson della CNN ha contribuito a questo rapporto.

You May Also Like

About the Author: Michele Monaldo

"Studente devoto. Nerd certificato di Internet. Fan dei social media. Esperto di cultura pop. Studioso di bacon impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *