Variante Covid-19 trovata in India: quello che sappiamo

Gli esperti ritengono che la variante B.1.617 stia guidando l’enorme ondata di infezioni osservata in tutta l’India nelle ultime settimane. Il paese ora rappresenta il 50% dei casi di Covid-19 e il 30% dei decessi a causa del virus a livello globale, secondo l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS).

Il 10 maggio l’Organizzazione mondiale della sanità ha designato B.1.617 e le sue sottoselezioni come “variabile di preoccupazione”. Questa classificazione implica che la variante può essere più trasmissibile o causare una malattia più grave, non rispondere al trattamento, evitare la risposta immunitaria o non essere diagnosticata con i test standard.

B.1.617 è stata la quarta razza ad essere annunciata a L ‘”alternativa preoccupante” Dall’Organizzazione Mondiale della Sanità; Gli altri sono B.1.1.7, che è stato visto per la prima volta nel Regno Unito; B.1.351 è stato scoperto per la prima volta in Sud Africa; E P.1, si trova per la prima volta in Brasile.

Ecco cosa devi sapere.

È più contagioso?

L’Organizzazione mondiale della sanità ha affermato che il virus B.1.617 ha mostrato segni che è probabile che sia più trasmissibile di altri ceppi del virus, ma ha avvertito che sono necessarie ulteriori ricerche. Sebbene i funzionari indiani affermino che l’alternativa stia guidando la seconda ondata paralizzante del paese, l’Organizzazione mondiale della sanità ha affermato che molti altri fattori contribuenti – come le riunioni di massa – hanno probabilmente contribuito alla diffusione lì.

Il Regno Unito, che dispone di capacità di sequenziamento dei virus di livello mondiale, ha avvertito che il tipo B.1.617.2, una sottospecie della variante trovata per la prima volta in India, probabilmente supererà gli altri, come B.1.1.7 alto. Diffusione prima scoperto. Nel Regno Unito l’anno scorso, diventando la variante più diffusa del virus nel paese.

READ  Macron afferma che Biden è "parte del club" al G7 nel primo incontro ufficiale dei leader ااع

“La cosa che è cambiata è la visione molto chiara ora che tutti l’hanno guardata, quella [B.1.617.2] Più trasmissibile di B.1.1.7 e ci aspettiamo che, nel tempo, questa variabile sorpasserà e dominerà il Regno Unito, nel modo in cui B.1.1.7 ha preso il sopravvento e le altre varianti hanno già preso il sopravvento prima di allora, il capo dell’Inghilterra L’ufficiale medico professor Chris Whitty ha detto venerdì.

È più mortale?

Ad oggi, non ci sono prove che B.1.617 causi una malattia più grave.

“Al momento non ci sono prove sufficienti per indicare che una qualsiasi delle varianti recentemente scoperte in India causi una malattia più grave”, “Public Health England Ha detto il 7 maggio.

I vaccini funzionano contro di esso?

Ricerche di laboratorio sull’efficacia dei vaccini Pfizer e Moderna contro le varianti viste per la prima volta in India hanno mostrato che i colpi sembravano proteggere dalle varianti. I risultati sono riportati domenica in un documento prestampato su biorxiv.org, che non è stato ancora esaminato.

La nuova ricerca includeva campioni di siero raccolti da otto persone che si erano riprese da Covid-19, sei persone che erano state completamente vaccinate con il vaccino Pfizer e tre persone che erano state completamente vaccinate con Moderna, i ricercatori hanno analizzato in un esperimento di laboratorio come i campioni di siero fossero in grado di neutralizzare i virus lenti – un tipo di retrovirus Dotato delle stesse mutazioni delle varianti del virus Corona B.1.617 e B.1.618.

Hanno trovato una certa riduzione nella neutralizzazione, ma nel complesso, gli anticorpi delle persone vaccinate sembravano funzionare “molto più in alto” del siero per le persone che si erano riprese dal Covid-19 causato dalle versioni precedenti del coronavirus.

READ  La Germania descrive ufficialmente gli omicidi dell'era coloniale in Namibia come genocidio

E hanno detto che sono necessarie ulteriori ricerche per determinare l’efficacia dei vaccini contro queste varianti nel mondo reale.

I loro risultati sembrano confermare ciò che i ricercatori dell’Università di Oxford vedono nei primi dati della vita reale, che danno un “grado di fiducia” che i vaccini funzionino contro le varianti, ha detto domenica a Sky News il segretario alla sanità britannico Matt Hancock.

Altri scienziati che erano cautamente ottimisti sull’efficacia dei vaccini hanno fatto eco. Sir John Bell, professore emerito di medicina a Oxford, ha dichiarato al Radio Times che i primi risultati di laboratorio indicano che la variante B.1.617.2 “sarebbe suscettibile a un vaccino come le altre”.

Mentre la variante è il ceppo ora dominante in alcune parti del Regno Unito, Hancock ha detto: “Le persone che finiscono in ospedale sono persone molto idonee che non hanno avuto il vaccino”.

Ha detto Witty, l’ufficiale medico capo dell’Inghilterra, il 6 maggio Le varianti identificate per la prima volta in India possono essere una via di mezzo in termini di rischio tra B.1.1.7, che sembra essere quasi completamente vulnerabile a vaccini e trattamenti, e B.1.351, che è stato documentato per infettare persone che si sono riprese da l’infezione. Precedenti varianti del Coronavirus, e anche per eludere parzialmente la protezione fornita dai vaccini.

Quali paesi hanno scoperto la variabile?

La variante è stata identificata in 44 paesi, in tutti i continenti tranne l’Antartide, secondo Organizzazione mondiale della Sanità.

Ha aggiunto che il Regno Unito ha segnalato il maggior numero di casi di ceppo al di fuori dell’India.

Nel frattempo, negli Stati Uniti – dove è presente anche B.1.617 – i Centers for Disease Control and Prevention (CDC) lo classificano ancora come “Variabile di interesse” Ma ha indicato che questa classificazione potrebbe cambiare sulla base di prove scientifiche.

Cosa significa per le road map globali uscire dalla chiusura?

Se lo scoppio del Coronavirus non può essere contenuto in India e continua a diffondersi nei paesi vicini con scarse forniture di vaccini e sistemi sanitari deboli, Gli esperti avvertono Il mondo rischia di replicare i luoghi visti in India.

L’epidemia lì ha già avuto un impatto sulla fornitura globale di vaccini. L’India è uno dei principali produttori di vaccini, ma quando i casi hanno iniziato a salire, il suo governo ha imposto restrizioni all’esportazione di iniezioni di Covid-19.

READ  Gli Stati Uniti devono vaccinare più persone prima che Delta diventi l'alternativa dominante al Covid

Più il virus si diffonde, maggiori sono le possibilità che muti e crei nuove varianti che possano eventualmente resistere ai vaccini attuali, il che rischia di minare i progressi di altri paesi nel contenere l’epidemia.

Maggie Fox, Cara Fox, Ivana Kotasova, Robert Idiols e Adity Sangal hanno contribuito a questo rapporto.

You May Also Like

About the Author: Michele Monaldo

"Studente devoto. Nerd certificato di Internet. Fan dei social media. Esperto di cultura pop. Studioso di bacon impenitente."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *